Utente 339XXX
Gentili Dottori porgo la vostra attenzione sulla mia situazione , al momento sotto osservazione, ma bisognosa di rassicurazione da parte vostra e di consulto,utile a placare il lato più ipocondriaco che è in me. Sono una Studentessa di 24 anni e Per non farla lunga anche se poi lo sarà ,, domenica mattina sono entrata al pronto soccorso con forti dolori zona ovaie ( tutta la parte inferiore , anche solo a sedermi sentivo delle fitte atroci dal basso verso alto). Prima di correre in ospedale ho pensato che fosse l arrivo del ciclo, tanto da prendere il solito moment act che per fortuna è riuscitoad alleviare i dolori.Entrata mi effettuano tutte le analisi , le quali escono nella norma e dalle urine compare la presenza di leucociti. Faccio l ecografia dalla quale emerge una ciste con le seguenti diciture : l annesso di destra appare aumentato di dimensioni rispetto al controlaterale e presenta nel suo contesto una grossolana formazione cistica a contenuto fluido-corpuscolato,con alcune settature interne, di circa 35 mm di diametro massimo. Dopo l ecografia mi visita il ginecologo preoccupandosi dei dolori alla palpazione e riscontra anche perdite ( leucorrea). In ospedale volevano tenermi sotto controllo anche di notte , ma ho preferito andar via. Mi lasciano una serie di esami da fare e mi dimettono invitandomi a fare tutto in tempi stretti : ecografia pelvica transvaginale subito dopo il ciclo ( sarebbe dovuto arrivare intorno al 28 gennaio, ad oggi ancora niente ) , tampone vaginale e antibiogramma, markers ca-125 , Cea , ca 19.9 , He4.
Inutile dirvi che tornata a casa e consultandomi su internet sono caduta nell abisso più profondo.
Di quanto fossi stata poco attenta nel chiedere più spiegazioni ai medici e prendere la cosa in maniera così superficiale. Ad oggi ancora non sono riuscita a capire di che ciste si tratta, malgrado mi sia sforzata nel comprendere qualsiasi enciclopedia medica sul web. Ma ancor più confusione me l' hanno creata i 3 dottori che mi hanno visitata in ospedale : l ecografista mi ha escluso ciste endometriale , il primo dottore mi ha parlato di ciste emorragica e il ginecologo mi ha prescritto i markatori tumorali , vi lascio immaginare il mio grado di confusione più totale che mi accompagna da quel momento. Comunque Questi i risultati delle analisi ritirate oggi :
Cea : 0,31 ng/ml rif 0-5,0 Ca-125 : 10,8 U/ml rif 0-30 He4 : 30.9 rif < 150 Ca19.9 : 2,4 rif 0-19
Il mio ginecologo che si trova nel mio paese di origine dice di aspettare il ciclo e l ecografia, quello che vorrei capire e se devo preoccuparmi per un eventuale asportazione. Non vi nascondo che in questi 5 giorni ho temuto il peggio e ancora sto impazzendo nel capire se la mia ciste sia di tipo funzionale o meno. Confido in un vostro parere , per me oggi importantissimo. Ah dimenticavo , non so se sia dipeso dallo stress generale, ma del ciclo ancora nessuna traccia(6gg ritardo) e i dolori non sono più tornati. Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Buonasera.
Questo quesito é stato postato erroneamente nella sezione "gnatologia", che è la disciplina che si occupa dei rapporti introcclusali fra ler arcate dentarie e delle disfunzioni della masticazione e delle Articolazioni Temporo Mandibolari. Provvedo a farlo spostare nella sezione di Ginegologia e Ostetricia.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La valutazione dei marcatori CA125, He4 ,ect., fanno pensare ad una tumefazione ovarica di tipo funzionale benigna .
Chiaramente va fatta una rivalutazione ecografica della stessa alla luce di questi risultati .
In alcuni casi queste cisti funzionali regrediscono con l'assunzione della pillola estroprogestinica (funzione terapeutica)
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#3] dopo  
Utente 339XXX

La ringrazio per la sua attenzione. Mi chiedevo se alla volte ecografie possano dare letture sbagliate sul tipo di ciste. Adesso aspetto che passi il ciclo per effettuare nuovamente visita ed ecografia, presso studio privato. . Nel frattempo la ringrazio e le porgo cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il controllo ecografico ci darà ulteriori informazioni
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI