Utente 442XXX
Buon giorno,
sono una ragazza di 36 anni e da anni convivo con le odiose perdite di sangue che si presentano 5/7 giorni prima del ciclo o dall'ovulazione in poi. Tre anni fa sono stata operata da un fibroma di 5 cm (si pensava fosse la causa dello spotting) ma non è assolutamente cambiato nulla...ho effettuato tutte le analisi possibili ma senza riscontrare nessuna anomalia. Ecografia perfetta, prolattina e tiroide perfette, progesterone assunto ma ha solo diminuito di qualche giorno lo spotting, durante l'operazione per il fibroma in laparoscopia non è stato riscontrato nessun problema. Dopo svariati consulti tutti i ginecologi mi hanno risposto che non è un problema patologico ma di testa. Questo mi rende felice ma rimane il problema che in un mese sto bene praticamente una settimana e è una situazione insopportabile anche perché le perdite non le trovo solo quando vado al bagno ma mi occorre sempre un salva slip. Cosa posso o devo fare per far finire questa situazione? E se è veramente un problema di testa cosa posso fare per risolverlo.
Grazie in anticipo per la Vostra attenzione

[#1] dopo  
Dr. Lucia Vecoli

44% attività
4% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., le perdite premestruali possono avere moltissime cause. Una volta esclusa dalla visita e dagli esami ( ecografia vaginale, pap test, colposcopia, isteroscopia, ecc.) una patologia organica, benigna o maligna, che di solito causa perdite ematiche continue, non relegate ad una sola fase del ciclo, si può pensare a fattori disfunzionali. In genere entra in gioco un deficit di Progesterone o una scarsa responsività dell'endometrio ad esso. Spesso il problema si risolve somministrando tale ormone per via generale o per via locale. In ogni caso è bene consultare il ginecologo di fiducia. Distinti saluti.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente 442XXX

Buon giorno Dottoressa, innanzitutto grazie mille per il tempo che mi ha dedicato.
Il problema è che la cura di progesterone l'ho già provato x ben due volte senza risultati. Infatti la mia ginecologa dopo l'ultima cura di progeffik 200 presa una al giorno dal 15 al 26 giorno del ciclo x tre mesi e non risolvendo il problema mi ha detto che non c'è altro da fare e che alcune donne sono fatte così e che una volta che rimango incinta tutto si risolve (perché sto cercando una gravidanza) ma vivere con continue perdite è diventato veramente insopportabile. È proprio vero che devo rassegnarmi a questa situazione? L'ultima visita l'ho avuta in ottobre e ho finito la cura in gennaio. Sono stata sotto cura da due ginecologi e dopo le varie analisi tutti mi hanno risposto che non c'è altro da fare e che non devo preoccuparmi. Anche per lei è così? Devo veramente rassegnarmi? Scusi se la disturbo ancora.

[#3] dopo  
Dr. Lucia Vecoli

44% attività
4% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., per internet non è possibile secondo me dirle di più. Ne riparli col ginecologo di fiducia. Queste questioni così delicate devono essere affrontate di persona. Cordialmente
Dr. Lucia Vecoli

[#4] dopo  
Utente 442XXX

Immaginavo...porterò pazienza come dice la mia ginecologa. Grazie infinite. Buona giornata

[#5] dopo  
Utente 442XXX

Buon giorno dottoressa scusi se la disturbo di nuovo, non riesco a contattare la mia ginecologa perché non è reperibile al momento, volevo chiedere a lei se può aiutarmi a capire se è normale o meno. Il 28 marzo doveva arrivarmi il ciclo, tra l'altro al di là dello spotting sono molto regolare, infatti avevo i classici dolori da ciclo, ma invece sono iniziate solo leggere perdite, alcune scure altre di color rosso vivo. Ad oggi però ancora nessun ciclo solo perdite. Non mi è mai successo di aver un "ritardo" di nove giorni. Può essere normale e non mi devo preoccupare? Scusi ancora il disturbo