Utente 463XXX
Ggentili dottori vi scrivo per un episodio successo 5 giorni fa. Dopo essermi masturbata ho cominciato ad avvertire un leggero fastidio come un solletico dalla parte sinistra della vagina tra il clitoride e il grande labbro.Siccome sono una persona ansiona ho fatto una ricerca su intenet e ho trovato una sindrome quella dell eccitamento persistente che rispecchiava alcuni miei sintomi. Anche perché in genere dopo essermi masturbata non mi fermo al primo orgasmo fino a circa 7-8 dipende per la sensazione di piacere che da.Adesso non mi masturbavo da circa 1 anno e mezzo, prima lo facevo da piccola e continuavo sempre fino a una serie di orgasmi ma avevo questa sensazione solo i giorni in cui mi toccavo e ogni tanto se sentivo delle vibrazioni ma mai ogni giorno. Ora invece continuo a sentire questo senso di solletico (fastidio) e eccitemento (se ci penso) in particolari momenti non è costante. Quando sono a casa che non mi muovo sul letto per es. non sento nulla, quando esco cammino o vado in macchina lo avverto ma sempre a momenti va e viene. Non ho voglia di masturbabi sennò se magari ci penso noto che lo sento di più e in quel caso ci penso ma non lo faccio o se magari mi tocco la voglia mi viene. Di solito nel farlo sentivo più piacere nel farlo in quella zona che sul clitoride proprio, magari qualche nervo l ha risentito di più? Un'altra cosa prime di andare in bagno lo avverto dopo passa per poi venire in un secondo momento. Ho sempre fatto visite sia ginecologiche ma non mi hanno trovato nulla di diverso. Protebbe trattarsi di una forma leggera di questa sintome di eccitamento persistente? E il caso di andare a visita? Seguo già uno psicoterapeuta per l ansia non assumo farmaci gestisco tutto da sola, magari posso parlarne anche con lei?cosa mi consigliate? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante escludere , con un esame vulvoscopico , lesioni (involontarie ) vulvari nella zona para-clitoridea, e alterazioni dei recettori della mucosa che potrebbero portare ad ALLODINIA o problemi di VULVODINIA .
Una valutazione dal punto di vista psicologico va presa in considerazione , dopo aver escluso patologie vulvari
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 463XXX

quindi è da escludere la sindrome dell'eccitazione permanente?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Soltanto dopo un accurato esame potrei escluderlo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI