Utente
salve,vorrei sottoporre alla loro cortese attenzione la mia situazione.
Al ritorno dal viaggio di nozze scopro di aspettare un bambino (al primo tentativo dunque resto incinta);la prima eco vaginale non segnala "perdite interne" e i valori delle analisi non destano preoccupazioni. Peccato però che dopo una settimana il dottore non rileva più il battito e sono costretta ad effettuare un raschiamento alla nona settimana.E siamo al 2 agosto 2008. In data 19 settembre ho il primo ciclo post raschiamento.Successivamente,mi sottopongo a pap test e a tampone vaginale che risultano entrambi negativi(a luglio avevo effettuato anche un urinocultura anch'essa risultata negativa).Eseguo anche una eco vaginale che non segnala particolari problemi, nella quale il dottore mi dice che risulta essersi verificata anche la prima ovulazione post raschiamento(mi rincresce non avere sottomano i valori emersi durante queste visite!).I miei cicli successivi sono stati il 5 ottobre,5 novembre,3 dicembre e 2 gennaio.Il problema è proprio questo: non riusciamo più a concepire!!e sono disperata!a partire dal mese di ottobre, infatti, io e mio marito abbiamo iniziato a riprovarci ma ancora nulla!e sto cominciando a pensare di avere qualcosa che non va...ho 29 anni. Aggiungo inoltre che i cicli successivi al raschiamento sono molto più abbondanti rispetto al passato e che riscontro la presenza del muco (anche s enon riesco ad individuare quello fertile).
Vorrei capire inoltre, stando ai cicli sopraelencati,quando è il mio periodo fertile.
Spero in una vostra risposta

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
E' possibile che ci sia una disfuzione ormonale legata allo stress, farei gli esami del caso (dosaggi ormonali al terzo e ventunesimo giorno ciclo).
Il periodo fertile può essere identificato con stick urinari per l'LH, le date delle mestruazioni non danno nessuna indicazione sul periodo fertile.
Dia anche un'occhiata al sito www.ciaolapo.it , si tratta di una associazione di genitori che hanno subito perdite in gravidanza o dopo il parto. Cerchi di stare serena e di avere uno stile di vita salutare e tranquillo, alla sua età la fertilità è buona, se riesce a superare questo periodo di stress, la gravidanza arriverà presto.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente.
E approfitto della Sua disponibilità anche per sapere se è normale che i miei cicli siano molto più abbondanti rispetto a prima.
Ma -mi scusi- se entro i canonici sei mesi di rapporti non protetti non riesco a concepire, sono comunque "a rischio sterilità"? o il fatto di essere rimasta incinta scongiura questa ipotesi?
Perchè la prima volta sono rimasta incinta al primo tentativo e ora dopo tre tentativi ancora nulla??!Mi scusi ma sono molto angosciata.
Grazie ancora

[#3] dopo  
Utente
volevo aggiungere,per precisione,che io e mio marito concentriamo i rapporti fino al 15 giorno..dovremmo avere rapporti anche oltre?è possibile,cioè, che ovuli ad esempio al 17,18 giorno e per questo finora non sono riuscita a concepire?
la ringrazio..vorrei essere serena ma dopo l'esperienza devastante dell'aborto mi riesce molto difficile.

[#4]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
I cicli abbondanti potrebbero dipendere da una disfunzione ormonale, probabilmente legata allo stress, ma che dovrebbe essere inquadrata meglio.
6 mesi è il tempo medio per concepire, gli accertamenti più invasivi vengono di solito rimandati a dopo un anno di tentativi "a vuoto".
I rapporti dovrebbero essere il più possibile liberi, almeno 2-3 volte alla settimana, o secondo la vostra abitudine. L'eccessiva ansia e focalizzazione verso il concepimento tende a renderlo più difficile.
Cerchi di stare serena, il fatto di aver avuto una gravidanza, anche se purtroppo andata male, è comunque indice di fertilità.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#5] dopo  
Utente
gentilissima dottoressa,
mi angoscia pensare a una disfunzione ormonale: potrebbe chiarirmi le idee in merito?si tratta di una patologia grave?lesiva per il concepimento?
e,ancora,se malauguratamente da qui ad un anno non dovessi concepire dovrei sottopormi anch'io a degli esami invasivi anche se sono rimasta incinta una volta?
la ringrazio di cuore

[#6]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Lo stress può generare anovularietà, l'assenza di ovulazione come è ovvio impedisce il concepimento. La patologia non è grave, è pienamente reversibile, se lei vive in modo sereno.

Queste sono solo congetture, per sapere quale è il suo caso esegua gli esami ormonali, completi con la cortisolemia. Ne parli con il medico, anche relativamente all'opportunità di un sostegno psicologico in questa fase molto delicata.

Se il concepimento tarda, potrebbe convenire fare anche una isterosalpingografia, secondo il giudizio del suo curante.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#7] dopo  
Utente
Gentile dottoressa,
La ringrazio di cuore per i suggerimenti e le risposte che puntualmente mi fornisce.
Sono più che convinta che lo stress e l'angoscia di questi mesi abbiano determinato il mancato concepimento anche se, Le confesso, non credevo che la testa influisse a tal punto sul fisico.
(In passato sono incorsa in un ritardo del mio puntualissimo ciclo per motivi di stress e un Suo collega mi suggeriva anche la contrattura dei muscoli lisci derivante da un eccessivo stress).In ogni caso, se mi permette, Lei è abbastanza tranquilla rispetto alla mia situazione "clinica"...o sbaglio?!
Un'ultima cosa: mi potrebbe chiarire di cosa si tratta l'esame che mi suggeriva di eseguire in caso di mancato concepimento??
Spero di riuscire a superare questa fase..è un vero e proprio blocco psicologico:la paura più forte è proprio quella di non avere un bambino.
Nel frattempo La ringrazio di vero cuore,sperando di poterLe dare al più presto una bella notizia.
Distinti saluti

[#8]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Io starei tranquilla, confido nel fatto di leggere presto belle notizie su questo forum.
L'isterosalpingografia è l'esame delle tube, consiste in una radiografia con mezzo di contrasto.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#9] dopo  
Utente
Gentilissima dottoressa,
La ringrazio per le risposte che mi fornisce dalle quali ricavo conforto e sostegno.
Un'amica che,al tempo,ha vissuto un'esperienza simile alla mia mi ha parlato di "rigidità delle tube" (mi scusi se utilizzo termini inesatti ma la medicina non è il mio campo)come elemento di ostacolo al concepimento legato proprio ad un suo blocco psicologico...
devo dirLe che non riscontro eccessive "anomalie" post aborto: solo avverto il seno più gonfio al termine del ciclo mestruale;ho dei dolori muscolari all'addome ma rilevo sempre la presenza del muco e dopo il raschiamento riesco ad individuare i dolori dell'ovulazione al basso ventre.Mi è sembrato di avvertire i suddetti dolori al 5 o 6 giorno dall'inizio del mestruo:possibile che stia già ovulando??!
Se dovessi avere una disfunzione ormonale si tratta di una patologia guaribile?
RingraziandoLa infinitamente
Le porgo cordiali saluti

[#10]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Se si tratta di una disfuzione ovulatoria legata allo stress, è pienamente reversibile.
I dolori che avverte potrebbero essere anche di tipo intestinale, spesso vengono confusi i dolori intestinali con i dolori ovarici.
Stia serena, mi tenga informata sugli sviluppi.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#11] dopo  
Utente
Gentile dottoressa,
mi duole disturbarLa ma sono preoccupata per alcuni sintomi che avverto.Ho avuto l'ultimo ciclo il 2 gennaio e sono quindi,alla data odierna, al nono giorno.Ebbene,mi rendo conto che il seno è mediamente gonfio ma non dolorante..temo nella solita disfunzione..
per questo ho deciso di fissare un appuntamento col medico per febbraio ma nel frattempo volevo un Suo parere.
Come Le ho già scritto i miei cicli sono ritornati abbastanza regolari e rilevo la presenza del muco..e mi chiedo: il fatto stesso di "rilevarlo" non è indice di "regolarità" e di ovulazione?
La ringrazio per la cortese attenzione
Distinti saluti

[#12]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il muco è associato ad ovulazione, ma non è indice certo. L'unica certezza di ovulazione viene dall'ecografia.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#13] dopo  
Utente
Buona domenica dottoressa e grazie per la cortese risposta.
E questo seno gonfio al nono giorno post mestruo cosa indicherebbe?!non è dolorante ma abbastanza sodo...
un'amica mi diceva che potrebbe essere sintomatico di ovulazione:possibile?
cordiali saluti

[#14]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
>E questo seno gonfio al nono giorno post mestruo cosa indicherebbe?!

è un sintomo aspecifico, potrebbe essere anche la sua ansia a farle percepire in modo aumentato i normali cambiamenti del suo corpo.


>non è dolorante ma abbastanza sodo...
un'amica mi diceva che potrebbe essere sintomatico di ovulazione:possibile?

non è detto. Ne parli anche con il suo medico.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#15] dopo  
Utente
Gentilissima dottoressa,
nel ringraziarLa per i preziosissimi consigli e per il notevole supporto pratico e "psicologico" che mi fornisce, vorrei sottoporre alla Sua cortese attenzione una mia perplessità: ho letto su questo sito che la fase post ovulatoria (se non erro, credo si definisca fase luteica) varia dai 12 ai 14 giorni e,una volta individuata la propria,non varia. Se è corretto, vuol dire che questi tre tentativi post aborto non sono stati "mirati":se il mio ultimo ciclo è datato 2 gennaio e attendendo il prossimo ciclo orientativamente per il 1 febbraio, vuol dire che i miei giorni fertili sono tra il 18 e il 19 gennaio...sbaglio?! se così dovesse essere,vuol dire che anche i tre mesi precedenti non ho "centrato" i rapporti..
Attendo il suo prezioso parere.
Distinti saluti

[#16]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
I giorni dell'ovulazione sono molto variabili, e non necessariamente corrispondono alla fase centrale del ciclo.
Il modo migliore per identificarli è con gli stick urinari per l'LH.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#17] dopo  
Utente
Gentile Dottoressa,
La disturbo per avere chiarimenti in merito a delle perdite scure che ho rilevato sugli slip; invero si tratta di piccolissime macchie di colore giallo scuro, quasi marroni che -credo- debbano ricondursi allo spotting pre ciclo.
Ho avuto l'ultimo mestruo il 2 gennaio 2009 e ho notato la comparsa di tali macchie ieri,22 gennaio, e oggi, 23/01. ho avuto rapporti non protetti l'11,il 17,il 19 e il 21/01.
Preciso che non ho mai avuto tali perdite ma che ho notato la comparsa di quest'ultime a partire dal ciclo scorso (quella volta credetti,ingenuamente, che si trattava di perdite da impianto...).
Vorrei sapere il Suo parere in merito a tali perdite e se il fatto di averle esclude la possibilità che sia incinta.
Grazie per la cortese attenzione,
Distinti saluti

[#18]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il sintomo è abbastanza aspecifico, potrebbe essere indicativo di un difetto di produzione del progesterone o potrebbe non avere alcun significato.
Faccia un dosaggio del progesterone in seconda fase, e controlli la durata del rialzo termico tramite temperatura basale.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#19] dopo  
Utente
Gentile dottoressa,
nel ringraziarLa per la celerità,la professionalità e la cortesia con cui mi risponde,Le comunico che -ahimè- anche il quarto tentativo è fallito...
A onor del vero il ciclo dovrebbe arrivarmi il 1 febbraio ma avverto già i dolori tipici del mestruo e la sensazione di "perdite" (mi scusi se mi esprimo in questo modo poco "urbano") che precedono l'arrivo del ciclo...
Ho provato a non pensarci ma evidentemente c'è davvero qualcosa che non va..ho sentito parlare di "aderenze"..possibile che dalla prima eco,pap test e tampone vaginale post raschiamento non sia emerso??eppure ho svolto i suddetti esami dopo il primo ciclo post aborto...
Mi scusi ancora
Cordiali saluti

[#20]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Mi dispiace, ma non disperi: è normale aspettare anche 3-6 mesi di rapporti mirati prima di ottenere un concepimento. Se poi si somma lo stress, è chiaro che la cosa può richiedere anche più tempo.
Sul discorso aderenze, ne parli con il medico: le aderenze si vedono non con la comune visita ed eco, ma con l'isteroscopia.

Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#21] dopo  
Utente
Gentilissima Dottoressa,
ancora l'ennesimo grazie.
Lo stress e l'ansia mi accompagnano oramai dal mese di agosto, unitamente ad un sentimento di rabbia per un "processo" che in altre donne è assolutamente normale e naturale e che nel mio caso sembra un'impresa ciclopica. Credevo di aver superato l'esperienza dell'aborto (altro evento che consideravo remoto e irrealizzabile ) ma mi rendo conto che non ho ancora metabolizzato.Spero sia davvero come dice Lei, in caso contrario a settembre mi rivolgerò presso un centro.
Cordiali saluti