Utente cancellato
Salve, di recente ho scoperto di avere un deficit del fattore VII della coagulazione.
Vorrei, se possibile, sapere dal momento che ancora non ho avuto rapporti sessuali, se in previsione di un rapporto sessuale (quindi con perdita della verginità) ci possa essere qualche complicanza relativa a questo deficit oppure non c'è nulla di cui preoccuparsi? Poi vorrei sapere se posso tranquillamente affrontare una gravidanza ? Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il difetto congenito di fattore VII è un raro disturbo emorragico dovuto ad un’anomalia genetica del cromosoma 13. Si trasmette con modalità autosomica recessiva (i genitori sono portatori sani della mutazione, mentre ciascun figlio della coppia ha il 25% di probabilità di essere malato). Il rapporto M:F è di 1:1. La sua incidenza è di circa 1 caso ogni 500.000 persone.
Livelli di FVII inferiori a quelli normali (tra il 70 e il 140%) caratterizzano questo deficit, il quale è usualmente sintomatico solo per valori inferiori al 30%.
Quindi è importante stabilire la percentuale del suo difetto.
Se inferiore al 30% necessita di una consulenza adeguata prima durante e dopo la gravidanza.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
451246

dal 2019
Salve Dottore, innanzitutto vorrei ringraziarla per la celere risposta. Dagli esami effettuati il dosaggio del fattore VII nel mio caso risulta essere del 27.9%.
Dovrò effettuare anche un intervento per l' asportazione della colecisti in seguito alla presenza di molteplici calcoli.
Ora i medici stanno effettuando la valutazione su quale ospedale sia meglio vertere per una maggiore sicurezza e per la disponibilità della proconvertina.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Siamo al limite , come vede giustamente i Colleghi chirurghi si preoccupano di eventuali episodi emorragici.
In bocca al lupo !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
451246

dal 2019
Grazie mille Dottore.