Utente 212XXX
Salve,
sono una donna di 35 anni da 3 settimane soffro di paralisi del VII nervo facciale cranico. Ho fatto la classica terapia a base di cortisone vit B e antivirali. La RSM è risultata negativa.
Purtroppo non ho ancora avuto grandi risultati a parte il dolore all'orecchio ormai passato. Mi sto rendendo conto di soffrire di mandibola a scatto a sx (lato offeso dalla paresi) e che il dolore che provavo si genera proprio davanti all'orecchio, dove si trova l'articolaz temporo-mandibolare e se vado a schiacciare lo vado a sollecitare. Ho visto anatomicamente che il nervo paralizzato passa proprio davanti all'orecchio a livello di questa articolazione, ora mi chiedo se non è che ci sia un nesso tra la paresi e il dolore provocato dall'articolazione nonchè lo scatto all'apertura? Come ad esempio una calcificazione che mi ha bloccato il nervo? é possibile? Che esami dovrei fare ? oppure meglio andare direttamente a farmi visitare da un gnatologo?

Grazie saluti

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
la rsm è risultata negativa: rsm all'articolazione? o ad altro
alla visita neurologica cosa è stato diagnosticato
difficile un quadro clinico acuro correlato
ci mancano un pò di informazioni
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 212XXX

La rsm magnetica purtroppo non parla dell'articolazione, parla del cervello e della parotide... Gli esami del sangue sono tutti ok, non ho valori al di fuori della norma...
La visita dell'otorino dice che si tratta del virus herpes e ha prescritto tp antivirale
la visita neurologica parla invece di paralisi da freddo e ha prescritto cortisone
Io le ho fatte entrambe.
Dovrei fare la rsm all'articolazione o basta un rx?
non so piu che fare....
grazie saluti

[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
la risonanza all'articolazione è sicuramente utile rispetto all'rx in quanto in grado di indagare i tessuti molli articolari e periarticolari (inserzioni muscolotendinee ) ma probabilmente le 2 ipotesi potrebbero essere veritiere anche se ovviamente non coesistenti, se supportate ( ricorda un possibile colpo di freddo? )
difficile un quadro acuto correlato aa patologia esclusivamente articolare
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
http://www.danieletonlorenzi.it/?p=79 troverà diverse informazioni. Nella spiegazione della figura del "click mandibolare" troverà "È importante sentire il momento in cui avviene la cattura (scatto o click) se precoce (la cattura avviene subito all’inizio dell’apertura della bocca), nella fase intermedia dell’apertura (click intermedio), o nelle fasi tardive (click tardivo). Queste situazioni sono correlate a ciò che si vede nella risonanza magnetica dell’articolazione temporo-mandibolare".
La visita clinica è fondamentale, così come un buon bite, https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo. Io propenderei per la diagnosi del neurologo, se si trattasse di herpes virus i dolori sarebbero lancinanti, infatti è anche detto fuoco di Sant'Antonio.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum