Utente 332XXX
Gentili Dottori,

Mi rivolgo a voi per un consiglio. Ieri sera, mentre cenavo, ho addentato un panino, e ho sentito un forte e prolungato crack appena sotto l'orecchio destro, quasi come se si stesse "sbriciolando" qualcosa. Nell'immediato, se provavo a masticare sentivo continuamente questi crack nell'orecchio destro, dolorante, quando aprivo e chiudevo la bocca; poi nel giro di un'ora è sparito il rumore, mi è rimasto solo un senso di stordimento e gonfiore all'orecchio destro, accompagnato da mal di testa (per dormire ho dovuto prendere un oki).

Non riscontro gonfiore, né mi sembra di avere difficoltà a masticare; ho solo questo questa sensazione ovattata nell'orecchio destro, che è un poco dolorante, e mal di testa. Volevo sapere se potrebbe essersi slogata la mandibola con questo episodio, e cosa fare in attesa di poter andare lunedì dal mio medico (assumere qualche antiinfiammatorio o prenotare già una visita specialistica ad esempio).

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, il crack è segno di una incoordinazione condilo.meniscale: il disco (o menisco) che si interpone fra il condilo mandibolare e la fossa nella quale si muove , in chiusura non segue il tragitto del condilo ma rimane dislocato in avanti. Aprendo la bocca il condilo ricattura il menisco e genera il rumore di click.
Si tratta di una situazione instabile e potenzialmente pericolosa , perché ad un certo punto, improvvisamente il menisco si può incastrare davanti al condilo e la bocca non si può né aprire più di un paio di centimetri , né chiudere , perché il dolore lo impedisce.
Questo quadro acuto prende il nome di Locking (blocco). Non so dirle se , nel suo caso, si sia già arrivati al locking: bisognnerebbe poter vedere .

Trova qualche notizia in più aprendo questo link:
http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classica/
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Se la sua situazione é questa (ovviamente andrebbe vista) si tratta di una situazione di urgenza, perché é necessario procedere alla manovra ortopedica di sblocco. Il tempo che intercorre tra il blocco e il tentativo di sblocco rende quest'ultimo progressivamente più difficile.
Se il suo dentista non è in grado, deve rivolgersi, con una certa urgenza ad un collega gnatologo esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM):
Le suggerirei anche di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-cefalea-viene-bocca.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-russare-apnea.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 332XXX

Gentile Dottore,

Innanzitutto grazie per la celere risposta e per le informazioni!

Al momento non mi sembra che la situazione sia di locking, intesa come impossibilità di aprire o chiudere la bocca per il dolore; riesco ad aprirla e chiuderla perfettamente, e non sento più i crack, neanche durante la masticazione.

I miei sintomi sono solo un indolenzimento della parte destra del viso (guancia - denti), un senso di "ovatta" nell'orecchio destro e mal di testa. Anche se non mi sembra di essere nella fase più grave, di locking, è comunque necessaria una manovra di sblocco tempestiva?

La ringrazio molto!

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Se non è in blocco , non ci sono necessità di manovre per sbloccare.
Le consiglierei comunque di farsi visitare da un dentista-gnatologo , esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare, specie se i sintomi riferiti (ha aperto i link?) perdurano.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com