Utente 409XXX
Salve, ho 48 anni, le chiedo un consiglio anche se non so se è di sua pertinenza il mio problema, da diversi giorni ho un problema all'orecchio destro, una sensazione di peso, così riesco a definirlo, senza dolore, riesco a dormire tranquillamente, quando sono a riposo e rilassato la sensazione la percepisco meno, al contrario di quando sono in movimento o sotto uno sforzo fisico. Ho fatto una visita dall'otorinolaringoiatra con il seguente risultato: flogosi purolenta faringo tonsillare esudato catarrale rinofaringeo, flogosi tubolare destra e retrazione timpanica destra. La terapia da seguire è Azitrox una compressa al giorno per tre giorni, da ripetere dopo otto giorni per tre giorni, aerosol con Forbest 1 fiala più mezza di Viscoflu 2 volte al giorno per 12 giorni, Broncomunal una capsula al mattino a digiuno per 10 giorni al mese per tre mesi. Ho finito la terapia, ma ancora avverto la sensazione di peso all'orecchio, ho ricontattato il mio otorinolaringoiatra, dicendomi di fare altri 5 giorni di aerosol, ma il fastidio continua, ultimamente la mia "nevrosi" su questo fastidio, mi fa ricordare che tre mesi fa ho tolto il dente del giudizio superiore del lato sinistro (quello inferiore era stato tolto anni fa), mentre sul lato destro, dove ho il fastidio all'orecchio, ancora sono presenti entrambi i denti del giudizio sia superiore che inferiore, chiedevo può essere dovuto questo fastidio ad un problema alla mandibola? Premetto che non ho mai avuto problemi del genere all'orecchio, Grazie in anticipo. Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, il suo problema potrebbe essere legato al ristagno di catarro all'interno dell'Orecchio Medio e nella tuba, probabilmente per una disfunzione tubarica. La tuba (o Tromba di Eustachio) è quel tubicino che mette in comunicazione il retrobocca con l’orecchio medio (cassa timpanica), e serve a drenarne ilo catarro e ad aerarla e a mantenere l’equilibrio pressorio fra le due superfici del timpano. Quando per vari motivi (ad esempio sbalzi di quota) l’equilibrio si altera, si ha una sensazione di “tappamento”. Il funzionamento della tuba è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione: infatti , quando sentiamo questo "tappamento", solitamente cerchiamo di muovere la mandibola o deglutire, il che, in un orecchio normale, favorisce lo "stappamento" , che é in realtà un compenso delle diverse pressioni sulle due superfici del timpano
Quando invece, come mi pare di capire nel suo caso, questo non accade, o accade con difficoltà, (disfunzione tubarica) a volte siamo di fronte ad un conflitto che si instaura fra la tuba e il condilo della mandibola, nell'ambito dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) , dovuto a sua volta alla malocclusione dentaria con malplosizione mandibolare: in pratica, se da un lato il movimento di apertura della bocca viene comunemente sfruttato per il ripristino, all'interno della cassa timpanica, dell'equilibrio pressorio alterato ad esempio per sbalzi di quota che, per la rapidità con la quale si sono instaurati, la tuba non ha potuto compensare, dall'altro un cronico dislocamento posteriore di uno o entrambi i condili e lo squilibrio dei muscoli della masticazione e della deglutizione, possono dar luogo ad una ipofunzionalità tubarica e quindi alla spiacevole sensazione che lei lamenta.
. Il malfunzionamento della tuba impedisce il drenaggio e la rimozione del catarro, che tende così a ristagnare nell'orecchio e nella stessa tuba.
Questa ipotesi potrebbe spiegare anche il fatto che nel suo caso tutto sia insorto in occasione di una rinosinusite/tonsillite /otite: Il catarro tubarico, non potendo drenare attraverso la tuba, tende a ristagnare creando la sintomatologia riferita. Può trovare qualche informazione ulteriore sui rapporti fra la masticazione e l’Orecchio aprendo questo link:
http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellorecchio/
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Oltre allo specialista ORL, le consiglierei quindi di consultare anche un dentista-gnatologo esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare e nei rapporti fra questa e l’orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com