Utente 276XXX
Buongiorno,sono una ragazza di 24 anni. Da qualche giorno mi è sorto improvvisamente un gran fastidio alle articolazioni della mandibola. Ho notato che quando apro la bocca sento come degli scricchiolii e mi sento la mandibola come indolenzita e ogni tanto avverto anche mal di testa all'altezza delle tempie ... prendo degli antidolorifici che mi alleviano il dolore ma purtroppo non mi risolvono il problema.

Ho sentito parlare di questo disturbo chiamato ATM e mi riconosco abbastanza nei sintomi. La domanda che volevo fare era: quale esame potrei fare per capire se effettivamente si tratta di ATM? Volevo specificare che a parte questo fastidio alla mandibola che mi si accentua quando apro la bocca,quando mastico e ultimamente anche quando parlo e fa dei "rumori strani" non ho niente altro...

Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,
Lei afferma "...Ho notato che quando apro la bocca sento come degli scricchiolii e mi sento la mandibola come indolenzita e ogni tanto avverto anche mal di testa all'altezza delle tempie ... prendo degli antidolorifici che mi alleviano il dolore ma purtroppo non mi risolvono il problema. ..."
Poi "..... quale esame potrei fare per capire se effettivamente si tratta di ATM?"


Le potrei rispondere non qual'è l'esame più giusto da fare,ma
quale specialista consultare.

Ma procediamo con ordine:

La Sindrome Disfunzionale Temporo Mandibolare è la espressione clinica estesa di una disfunzione delle A.T.M., in cui le manifestazioni disfunzionali e sintomatologiche, si esprimono non solo in sede locale ma anche generale, con coinvolgimento anche cranio-cervicale (capogiri, dolori all’orecchio, fischi e ronzii, dolori cervicali, torcicollo, formicolio alle spalle, agli arti superiori, alle mani, parestesie, alterazioni posturali,ecc.)
Questo perchè sappiamo che i muscoli della bocca,del capo,del
collo,della schiena,degli arti,sono collegati tra loro in una sorta
di catena cinematica,per cui problemi a partenza dalla
bocca,possono estrinsecarsi in altri distretti(problemi discendenti)
o viceversa da altri distretti alla bocca (problemi ascendenti),per usare un gergo di facile comprensione.

I sintomi più frequenti possono essere locali: limitazione di apertura della bocca, dolore e rumori delle A.T.M. (Click)
Ma possono essere presenti sintomi su un territorio anatomico più esteso con: cefalea, cervicalgia, dolori irradiati all’orecchio, agli zigomi, tensioni facciali, fischi o ronzii all’udito, capogiri, torcicollo, parestesia alle spalle, agli arti superiori, alle mani, fastidio o dolore alla deglutizione,atteggiamenti scoliotici.

Tra le molteplici cause le segnalerò quelle più importanti:
-Malocclusione (contatti dentali non idonei tra le due arcate dentali e/o cattivo allineamento dei denti),
-Cause iatrogene: terapie odontoiatriche/ortodontiche incongrue
- Respirazione orale,deglutizione atipica
-Traumi diretti o indiretti cranio-cervico-mandibolari,
-Vizi di postura,
-Parafunzioni :digrignare(BRUXARE) o serrare i denti, masticare gomme, mordicchiare unghie e/o oggetti).





ALLORA LA RISPOSTA CONCLUSIVA E' : NON QUALI ESAMI
EFFETTUARE PER UNA SIMILE PATOLOGIA MA A QUALE
SPECIALISTA AFFIDARSI.
Lo Gnatologo è lo specialista che è in grado di valutare,diagnosticare,effettuare una terapia mirata.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia