Utente 427XXX
Buongiorno, vorrei avere un vostro consulto in merito ad un presunto problema di ATM che mi porto avanti da circa un mese.
Premetto che sono una persona molto ansiosa e che soffro per questo di numerosi problemi alla cervicale, che spesso mi si infiamma, causandomi forti dolori.
Un mese fa infatti ho iniziato ad avvertire forti dolori cervicali e mi sono recata da un fisioterapista che ha eseguito manipolazioni e massaggi in area cervicale.
Qualche giorno dopo la prima seduta, ho iniziato ad avvertire però anche dei forti dolori ai denti, agli zigomi, alle tempie e un forte bruciore agli occhi. Tutti sintomi mai avuti prima.
Cosi mi sono recata al pronto soccorso odontoiatrico, dove mi hanno riscontrato problemi gnatologici (morso profondo, latero-deviazione in apertura, click articolare). Mi sono recata cosi da uno gnatologo e ho preso l'impronta per mettere il bite che mi arriverà tra qualche giorno.
Il problema è che nel frattempo i dolori invece di alleviarsi peggiorano, nonostante abbia preso oki per molti giorni e stia prendendo attualmente un miorilassante (sia il medico di base che lo gnatologo sostengono che tutti ciò sia causato dal forte stress a cui sono soggetta).
Dunque la mia domanda è la seguente: tutti i dottori rimangono abbastanza perplessi quando specifico che i dolori che avverto, non riguardano la mandibola e che inoltre non ho problemi nella masticazione, nonostante ciò ripetono tutti che si tratta di disfunzione temporo-mandibolare. È dunque possibile che sia così? È possibile che un disturbo dell'ATM possa causare dolori agli zigomi, ai denti e al contorno degli occhi senza però recare problemi alla masticazione?
Quali altri esami posso fare per escludere altre eventuali patologie?
Specifico inoltre che l'oculista mi ha riscontrato una forte allergia congiuntivale (dunque i bruciori agli occhi potrebbero derivare da quest'ultima, anche se mi sembra assurdo che questi sintomi derivanti da problemi diversi si siano presentati tutti insieme).
Vi ringrazio anticipatamente per i Vostri consigli.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, " È dunque possibile che sia così?"
Si, è possibile.
La diagnosi clinica mi sembra già molto chiara, per cui , al momento, non riterrei necessari altri esami.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com