Utente 395XXX
Buonasera. Aprile 2011 caduta rovinosa dalle scale (12 gradini) con trauma cranico FRONTALE definito distorsivo e di media entità : esarcebazione sintomi già presenti per cervicobrachialgia (3 protusioni discali C4-C7) formicolio notturno soprattutto arto sup dx contratture dorso cervicali e qualche cefalea (LAVORO SEDUTA DA SEMPRE).2011-2016 terapie e consulenze ortopediche- fisiatriche-osteopatiche- neurochirurgiche- neurologiche con trattamenti diversi per sintomaologia dolorosa .TUTTO MENO UNA VISITA GNATOLOGICA FINO AD OTTOBRE 2016 quando me la sono prescritta autonomamente per il sopraggiungere di episodi multipli in rapida successione di cefalea muscolo tensiva e dolori facciali molto importanti mai avuti prima esasperati dalla masticazione. Topografia algica localizzata a livello sottoccipitale, zigomatico, sopracciliare e cervicale/nucale con estensione alle 2 spalle (muscoli trapezi e scaleni) ed alle braccia. Esito 1^ visita gnatologica: fortissima instabilità occlusale, segno evidente di contratture muscolari in atto.Importanti interferenze molari nei movimenti di lateralità, che non permettono l’esecuzione di un ciclo masticatorio lineare e fisiologico. Shift mandibolare dovuto a precontatti molari ed ad una non omogenea distribuzione dei contatti dentari sulle due arcate (mancanza 2 molari sin/inf e dx/sup). Instabilità nel rapporto dento-dentale durante tutti i movimenti masticatori. Rapporto scheletrico di II classe con “morso coperto”. A livello articolare tendenza alla sublussazione della ATM sinistra, ovvero un’escursione maggiore della norma nel movimento di apertura. Questa condizione è sempre accompagnata dall’infiammazione della zona bilaminare (legamento posteriore del disco articolare).Presenza di un click articolare all’ATM sinistra ed una funzionalità ridotta dell’ATM destra. PRIME CURE : qualche limatura molari posteriori e BITE RIGIDO ARCATA SUPERIORE SOLO LA NOTTE :REMISSIONE TOTALE DEI SINTOMI DOPO DUE MESI PER CIRCA 2 MESI . Da 2 mesi nuova riacutizzazione: modifica sost. bite (+ALTO DAVANTI E SUL RETRO) CON UTILIZZO QUASI H 24. Impossibile parlare con. Non lo tollero prime settimane, poi migliora, ma quando lo tolgo per i pasti e per parlare al lavoro, fatica estrema mandibolare, muscoli rigidi, dolori vari. Ora lo specialista ritiene che la terapia con il bite a distanza di sei mesi non sia più sufficiente e che sia urgente intervenire in modo strutturale (rimettere i due denti, addizionare sul retro per impedire l'ulteriore scivolamento della arcata superiore con peggioramento del morso e della situazione muscolare . PROPOSTO ANCHE RIALIINEAMENTO POSTURALE GLOBALE. Vita quotidiana completamente stravolta: oltre al dolore che puntualmente si ripresenta ogni giorno. La notte sto bene a riposo con il bite, ma di giorno se mangio se parlo..SE VIVO...Domanda: si può/deve intervenire anche in presenza ancora di sintomatologia così presente? SONO MOLTO MOLTO PREPLESSA...GRAZIE INFINITE.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Cerchero di essere sintetico :
i sintomi da lei citati sono caratteristici di un DCCM
Disturbo-Cranio-Cervico Mandibolare che nella maggiorparte
dei casi comprendono Click/ rumori articolari,dolori articolari/muscolari,alterata cinematica mandibolare,ridotta apertura bocca con possibili blocchi,cefalea,cervicalgia,acufeni,
vertigini,disordini posturali ecc.
Tra le cause piu' importanti Parafunzioni (bruxismo/serramento),malocclusioni,traumi cranio-cervicali,
danni iatrogeni (ortodonzia,protesi incongrue)
Il morso coperto riferito ,associato a 2a classe dento-scheletrica deep-bite è tra le cause piu' pericolose per il
locking,in quanto il disco o menisco articolare tende a shiftare
davanti al condilo ,bloccandolo.
(mi riferisce "funzionalità ridotta dell’ATM destra"......è forse bloccata?)

..... "PRIME CURE : qualche limatura molari posteriori e BITE RIGIDO ARCATA SUPERIORE SOLO LA NOTTE :REMISSIONE TOTALE DEI SINTOMI DOPO DUE MESI PER CIRCA 2 MESI "
Su questo ho un opinione discordante : in caso di DCCM
NON vano mai eseguiti molaggi selettivi se non in rari casi
e ad equilibrio neuromuscolare raggiunto ed in assenza di
sintomi.
Anche sul Bite ( ameno che non sia di "riposizionamento" e
per aumentare la dimensione verticale ) ho un opinione personale
diversa,anche sul periodo di utilizzo( la mia scuola consiglia
utilizzo H24 pasti esclusi,altre scuole solo la notte....).

................" Da 2 mesi nuova riacutizzazione: modifica sost. bite (+ALTO DAVANTI E SUL RETRO) CON UTILIZZO QUASI H 24...."
Non mi dice se è è un Bite di riposizionamento con vallo anteriore
( cioè per impedire retrusione mandibolare ) o di "stabilizzazione",(sull'H24 concordo).
Premetto che esprimo un parere personale,secondo una
scuola gnatologica di pensiero,altre scuole prevedono
solo un uso notturno del Bite.

............ Ora lo specialista ritiene che la terapia con il bite a distanza di sei mesi non sia più sufficiente e che sia urgente intervenire in modo strutturale (rimettere i due denti, addizionare sul retro per impedire l'ulteriore scivolamento della arcata superiore con peggioramento del morso e della situazione muscolare .......


La terapia gnatologica mi pare che finora non abbia dato risultati sperati,ma al momento una cosa è certa:
non puo' finalizzare in alcun modo con protesi o ortodonzia se
non in assenza di sintomi,ad equilibrio occlusale e neuromuscolare stabili,altrimenti potrebbe solo peggiorare.
Personalmente riterrei di rivalutare meglio l'iter terapeutico,
chiarendosi meglio con lo specialista che la segue,oppure richiedendo un altro consulto gnatologico.


le invio un link di un valido collega

Tanti tipi di bite ai denti: come sceglierlo? | MEDICITALIA.it
www.medicitalia.it/blog/.../821-tanti-tipi-bite-denti-sceglierlo.html

Disordine temporomandibolare e dolore facciale | MEDICITALIA.it
www.medicitalia.it/.../1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale. html

A disposizione per ulteriori chiarimenti
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 395XXX

Grazie innanzitutto per la più che celere risposta. Sì ora il bite dovrebbe avere una funzione di riposizionamento propedeutica alla finalizzazione. Il problema è che sono tornati i dolori alla grande. Col bite indosso Sto benino ma la masticazione o anche il solo parlare naturalmente senza bite scatenano i dolori nucali cervicali facciali misti a sensazione di bruciore. La notte benino la mattina anche . Dal pasto (rigorosamente morbido) DOLORE CHE PERDURA FINO A SERA. PARACETAMOLO E MIORILASSANTI QUOTIDIANI. Qualche miglioramento c'era stato col primo bite e da una alimentazione semi liquida col cucchiaino ora riesco a introdurre posate normali e anche a mangiare alimenti più consistenti seppure morbidi. Lo specialista ritiene che la masticazione infici effetti bite perché ormai la mia risposta muscolare sia negativa e la mandibola superiore stia scivolando inesorabilmente. E che quindi sia urgente intervenire. Ho rappresentato le perplessità ma insiste nel procedere. Io non vorrei precipitare la situazione già precaria invece. Né aggiungere dolore a dolore. Quindi concordo pienamente con Lei. Per rivalutazione iter lei cosa proporrebbe? Lo specialista è giovane ma molto molto dedicato e attento mi spiacerebbe lasciarlo....nonostante tutto grazie infinite.

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Tout court mi consulterei con uno Gnatologo esperto per una corretta chiave di lettura.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 395XXX

Grazie infinite Dottore. Sto veramente male quindi seguirò il Suo consiglio anche se non so a chi rivolgermi qui in zona. Grazie ancora .

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Da seguire rigorosamente il consiglio del collega non fare modifiche importanti in presenza di dolore (neanche il molaggio selettivo). Come vede i bite si differenziano tra quelli che funzionano e quelli che non funzionano rinnovo il consiglio di sentire un altro collega. Distante quanto? La distanza che Lei sarà disposta a percorrere deve essere direttamente funzionale al dolore che presenta. Se da una parte perde tempo ad andare distante è anche vero che perde tempo (e soldi) per fare una terapia che non raggiunge lo scopo. Mi par di capire che la Sua situazione necessiti mani esperte.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 395XXX

Grazie Dott. Tonlorenzi. Grazie Dott. De Socio. Ho seguito il vostro prezioso e competente consiglio. Il due maggio verrò visitata ex novo da uno Specialista Vs esimio collega ritenuto molto esperto e competente. Farò un bel po di km ma come dice Lei Dottore è l'ultimo dei miei problemi . Porgo ad entrambi un caloroso e riconoscente saluto. Grazie di cuore.

[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006