Utente 465XXX
Buonasera,
Sono una ragazza di 26 anni, vi scrivo perché da più di quindici giorni avverto un rumore all'orecchio sinistro, non costante, come una vibrazione irregolare che va e viene soprattutto nelle ore serali.Nel pomeriggio invece comincia a venirmi un grand mal di testa,soprattutto alle tempie seguito da nausea e indolenzimento alla cervicale. Premetto che l' anno passato ho sofferto degli stessi sintomi, tranne quello all' orecchio, che sono stati ricondotti ad un problema di cervicale da un osteopata ed in seguito passati. Aggiungo anche, ed è questo il motivo per il quale vorrei un parere, che da sempre ho un problema di malocclusione e di avanzamento della mandibola, 'curato' da bambina con un apparecchio fisso.Fin ora non ho mai avuto alcun problema a livello mandibolare per quanto riguarda dolori, e la mia mandibola è sempre rimasta ferma e buona. Mi ritrovo ora ad avere gli stessi sintomi dell anno precedente con in aggiunta questo fastidioso rumore all' orecchio.È possibile che tutti i miei sintomi possano derivare da un problema prettamente mandibolare? Oppure dovrei consultare un' altro specialista? Aggiungo che il mio medico di famiglia ha effettuato una breve visita all' orecchio e non era presente nemmeno cerume che potesse provocare questo rumore.
Vi ringrazio anticipatamente e spero in una vostra risposta

[#1] dopo  
Dr. Ivan Gazzola

24% attività
4% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gli acufeni, o rumori all'orecchio, sono sempre di difficile diagnosi e con molteplici cause. Data la sua situazione sicuramente una valutazione da uno specialista in ortodonzia possibilmente ben preparato anche in gnatologia sarebbe opportuna.
In ogni caso non è certo che la causa sia riconducibile ad un problema di masticazione, in ogni caso non escluderei una valutazione data la precedente situazione di "mandibola avanzata" trattata ortodonticamente.

Cordiali saluti
Cordiali saluti.

Ivan dr. Gazzola
dr@ivangazzola.it

[#2] dopo  
Utente 465XXX

La ringrazio della risposta tempestiva!È quindi sufficiente una visita di questo tipo per individuare la causa scatenante di questi miei sintomi o dovrei comunque rivolgermi ad un altro specialista( cardiologo, otorino etc) per indagare meglio?

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Sarebbe intanto interessante sapere la sede del Suo mal di testa se è dietro un occhio che la costringe a stare al buio, se è presente aura o meno, interessante dare un'occhiata a https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/60-emicrania.html#Emicrania_senzaura_ ma uno gnatologo sa quando è il momento di far fare una visita neurologica. Un'altra forma di mal di testa è la cefalea tensiva https://www.medicitalia.it/minforma/neurologia/32-cefalea-tipo-tensivo.html. Di solito io mi comporto così, se il paziente ha già fatto una visita neurologica faccio (in tranquillità) le mie terapie, se invece il mal di testa è forte e non è mai stato valutato da un neurologo procedo con attenzione. Di solito il quadro clinico è assai "sporco" con diversi sintomi che si sovrappongono tra loro, disturbi gastrointestinali (reflusso, diarrea, stipsi, sonnolenza post prandiale), alzarsi stanca alla mattina, ricordare con difficoltà, poca voglia di uscire..... Tutta una serie di sintomi che si potrebbero definire "sintomi clinicamente inspiegabili" a cui Lei stessa ha prestato poca attenzione. Se cerca le parole chiave "sintomi clinicamente inspiegabili" dovrebbe comparire nelle prime posizioni http://www.danieletonlorenzi.it/tag/sintomi-clinicamente-inspiegabili/ faccia il copia incolla del link o quando comparirà la scritta "continua ed apri il sito" clicchi sopra continua. Una cosa ancora data la Sua età io sconsiglio l'approccio ortodontico dato che il picco di accrescimento è decisamente passato. Una visita gnatologica invece si quella io la farei perché credo che abbia bisogno di un bite e non di "raddrizzare i denti". Magari con una certa sollecitudine perché il ronzio nelle orecchie (acufeni) va trattato il più precocemente possibile perché poi è complesso da recuperare. Spero di esserLe stato utile, non si faccia problemi a chiedere chiarimenti.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Dr. Ivan Gazzola

24% attività
4% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Nella valutazione degli acufeni la visita dall'otorino è un passaggio fondamentale e nel caso di cefalee importanti il neurologo è l'altra figura di riferimento.
L'ideale è una diagnosi integrata tra più professionisti.
Cordiali saluti.

Ivan dr. Gazzola
dr@ivangazzola.it

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"sintomi clinicamente inspiegabili" quanti di questi presenta? Cerchi online queste parole chiave e ci faccia sapere. Comunque concordo con il collega va fatta anche visita neurologica e otorino che può essere fatta nello stesso tempo.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 465XXX

Vi ringrazio in primis per le risposte, andrò sicuramente da entrambi gli specialisti affinché possano valutare al meglio la mia situazione! Ho letto il link, e a quanto pare mi sento di rientrare quasi pienamente nella descrizione riportata nell' articolo!Al mattino mi sveglio bene, la mia condizione peggiora nel primo pomeriggio, ormai sempre, il mal di testa è una fascia che va da un orecchio all altro compresi gli occhi, dopodiché comincio ad accusare fastidio dietro al collo,alla vista e alla mandibola e di conseguenza la nausea.Così fino alla sera.Per quanto riguarda le altre sintomatologie anche a livello emotivo mi ritrovo nel quadro descritto nei sintomi inspiegabili.
Spero solo di riuscire a venirne a capo!