Utente 127XXX
Sono una ragazzina di 15 anni,da ormai un anno ho dei grossi dolori alla zona temporo-mandibolare destra.La parte si gonfia molto e ciclicamente e sento fortissimi dolori.
Ho visto moltissimi medici di Padova,la mia città.Inizialmente si presumeva uno spostamento del menisco ma l' A.T.M. fatta ha dato tali risultati:

E' presente un certo disformismo del condilo mandibolare destro.Il menisco risulta leggermente assottigliato ma in sede.Minima la traslazone articolare a bocca aperta del condilo mandibolare mentre il menisco non mostra alcun tipo di variazione di sede.A sinistra il quadro temporo-mandibolare risulta sostanzialmente nei limiti.

L'ortopanoramica delle A.D. :

Manca il germe del terzo molare mandibolare destro;presenti germi dei rimanenti terzi molari.Non segni di lesioni periapicoradicolari.

L'ultima visita l'ho fatta da un'ottorino primario dell'ospeale di Padova che ha presupposto un problema delle ghiandole salivari.
E' davvero doloroso vi prego aiutatemi.
Se potete consigliarmi qualche antidolorifico forte per riuscire almeno a dormire di notte.Grazie
Cordiali saluti

Un'ultima domanda:è possibile che il dolore che provo sia dato dal nervo trigemino che risente del gonfiore?

[#1] dopo  
Dr. Antonio Graziano

32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Gentile Paziente,
i sintomi da te riportati sono compatibili con una serie di problemi molto diversi tra di loro.
Leggo dal referto di quella che suppongo sia la stratigrafia dell'A.T.M. che dal lato dx la traslazione condilare è minima. Sei stata sottoposta a una visita gnatologica? Si notano deviazioni della mandibola quando apri la bocca, il dolore si accentua quando apri la bocca?
Tuttavia il gonfiore da te riferito mal si accorda ad una patologia temporo-mandibolare e sembrerebbe rimandare ad un problema della ghiandola parotide. Ad esempio quando la zona e gonfia e metti in bocca qualcosa di caldo o acre tipo succo di limone, il dolore aumenta?
Come vedi l'intervista clinica è molto lunga! Sarebbe poi sicuramente meglio che tu fossi visitata da un odontoiatra durante gli episodi acuti, cioè quando si manifesta il gonfiore, in maniera da poter palpare la tumefazione e i tessuti vicini.
Un saluto
Antonio Graziano
Dr. Antonio Graziano, PhD
Odontoiatra
Dottore di Ricerca in Tecnologie Biomediche applicate alle Scienze Odontostomatologiche

[#2] dopo  
Utente 127XXX

No mai fatta una visita gnatologica,quando cerco di aprire la bocca è come se fosse bloccata.Di odontoiatri ne ho visti tre ma purtroppo ognuno ha detto la propria mai si è arrivati ad una diagnosi ben precisa...c'è qualche anti infiammatorio forte che può consigliarmi per dormire la notte?grazie mille davvero

[#3] dopo  
Dr. Antonio Graziano

32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Purtroppo la prescrizione di un farmaco è un atto pubblico, e come tale non può essere fatto via internet senza prima aver sottoposto il paziente ad una visita! Contatta il tuo medico curante e fatti visitare e prescrivere un antiinfiammatorio per cercare di alleviare il dolore che non metto in dubbio sia forte, tuttavia quanto prima rivolgiti alla Clinica Odontoiatrica Universitaria di Padova per una visita per iniziare al più presto l'iter diagnostico e terapeutico di cui necessiti!
un saluto
Antonio Graziano
Dr. Antonio Graziano, PhD
Odontoiatra
Dottore di Ricerca in Tecnologie Biomediche applicate alle Scienze Odontostomatologiche

[#4] dopo  
Dr. Silvestro Accardo

24% attività
0% attualità
0% socialità
PARTANNA (TP)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
concordo con il collega che ha fatto una disamina attenta e precisa.. bisogna appunto fare una diagnosi differenziale sulla esatta origine del dolore (ghiandola parotide.. o atm) .A tal fine una attenta visita odontostomatogica si rende necessaria ed urgente.In bocca al lupo...

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Se non riesce ad aprire la bocca la cosa più probabile è che ci siano problemi occlusali.
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum