Utente cancellato
Salve,
vorrei sapere se esiste un'effettiva evidenza di correlazione tra malocclusione dentale e disturbi psichici quali ansia e depressione, vista la presenza in rete di numerosi articoli che sostengono tale tesi. Io ho una malocclusione di terza classe.
Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La correlazione verosimilmente è in rapporto all'inestetismo creato da una terza classe scheletrica,che può influire certamente in senso negativo a livello del vissuto quotidiano e generare ansia e depressione su un substrato particolarmente recettivo.
Ma anche ad esempio,e non so se sia anche questo il suo caso, la correlazione ansia-bruxismo nel peggioramento della sintomatologia disfunzionale temporo-mandibolare possibile in una terza classe.
Non conosco il suo caso clinico e quindi non aggiungo altro,ma un consulto con un Collega Specialista in Ortodonzia e in Maxillo lo farei......oltre che con il Neurologo.....
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
405206

dal 2018
Dottore,
la ringrazio per la risposta, però negli articoli che ho letto si parla delle conseguenze della tensione muscolo-scheletrica cronica e dei problemi posturali connessi, e quindi della disarmonia generale che nel tempo favorirebbero l'insorgenza di disturbi anche a livello psichico, al di là dell'aspetto estetico. Esistono studi accreditati in questo senso?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Se si riferisce ad articoli di "Dentosofia" ed al libro di Michel Montaud lasci pure perdere perché non hanno evidenze scientifiche in tutta la letteratura mondiale.Invece le correlazioni occluso posturali sono evidenziate in numerosi articoli scientifici e in una terza classe scheletrica sono presenti sia problemi disfunzionali che posturali.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
405206

dal 2018
Si tratta di un approccio sicuramente più olistico, però non chiedevo tanto conferma sulla correlazione tra occlusione e postura quanto sulla questione della tensione muscolo-scheletrica cronica e sulla possibilità che questa abbia un ruolo nella genesi di disturbi d'ansia e dell'umore.
Inoltre vorrei sapere se è vero che le terapie ortognatiche non possono avere significativo impatto dal punto di vista posturale, dal momento che la struttura neuromuscolare è geneticamente determinata.
E inoltre, quale sarebbe la funzione del consulto neurologico che mi raccomanda?

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Il consulto neurologico-psicologico è per una diagnosi e terapia della situazione ansiogena che si evince nei sui precedenti





"non chiedevo tanto conferma sulla correlazione tra occlusione e postura quanto sulla questione della tensione muscolo-scheletrica cronica e sulla possibilità che questa abbia un ruolo nella genesi di disturbi d'ansia e dell'umore...."

I soli lavori riguardano come accennato correlazione bruxismo e ansia



"Inoltre vorrei sapere se è vero che le terapie ortognatiche non possono avere significativo impatto dal punto di vista posturale, dal momento che la struttura neuromuscolare è geneticamente determinata..."






La struttura neuromuscolare se patologica e l'atteggiamento posturale collegato possono essere normalizzata dalla terapia Gnatologica e dalla fisioterapia,visto che lei ha sottolineato di avere una terza classe scheletrica.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
405206

dal 2018
Scusi, ma io non mi riferivo a niente del genere. Io ho parlato di tensione muscolare cronica. E ha mancato di rispondere a questo:
"Inoltre vorrei sapere se è vero che le terapie ortognatiche non possono avere significativo impatto dal punto di vista posturale, dal momento che la struttura neuromuscolare è geneticamente determinata."

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Non ho parlato di terapie ortognatiche ma di terapie gnatologiche e fisioterapiche e aggiungo osteopatiche,che sono altra cosa e hanno impatti positivi sulla tensione muscolare cronica.
Purtroppo non conoscendo il suo caso clinico specifico non credo di poterle essere maggiormente d'aiuto.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
405206

dal 2018
Allora riformulo la domanda: è vero che l'intervento di chirurgia ortognatica non può avere impatto sulla postura e sulla muscolatura di schiena, collo e spalle, per i motivi di cui sopra (o anche altri, tipo l'età adulta o altri fattori)?

[#9] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La sua domanda mi sembra adesso un tantino diversa,su questo punto concordo che il solo intervento chirurgico non ha impatto,ma se interpellera' le figure professionali citate,le spiegheranno che una terapia combinata pre e post intervento ha un impatto positivo.
Le faccio solo un esempio,una scoliosi funzionale da laterodeviazione mandibolare può essere modificata normalizzando i rapporti cranio mandibolari.Se vuole maggiori informazioni consulti uno Gnatologo esperto di Posturologia,sperando sia più esaustivo del solo consulto reso on line.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#10] dopo  
405206

dal 2018
D'accordo, La ringrazio.

[#11] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Nella risposta al pregresso consulto forse ho sottostimato quanto da lei esplicitato in epigrafe

"'....vorrei sapere se esiste un'effettiva evidenza di correlazione tra malocclusione dentale e disturbi psichici quali ansia e depressione..."



La correlazione esiste ed è suffragata da lavori scientifici internazionali ad esempio
"Anxiety and Depression in Adolescents and Their Relationship with Signs and Symptoms of Temporomandibular Disorders." (Bonjardim LR, et al. Int J Prosthodont. 2005 luglio-agosto)


ed anche

"Depression and somatization in patients with temporomandibular disorders"

The Journal of Prosthetic Dentistry,2002,479-484

Adrian U.J.YapBDS, MSc, PhDaKeson B.C.TanBDS(Hons)CertProsthodontMSDbEe KiamChuaBDS, MDScHee HonTanBDS, MDSd
Faculty of Dentistry, National University of Singapore, and National Dental Center, Singapore

(https://www.sciencedirect.com/science
/article/pii/S002239130200255X#!)



Inoltre l'associazione TMJ -disturbi psicosociali,psichici,
psicocomportamentali,
rientra tra i criteri diagnostici del TMD pubblicati nel 2014 su

J Oral Facial Pain Headache. 2014 Winter; 28(1): 6–27.

dal Gruppo di Studio

International RDC/TMD Consortium Network* and Orofacial Pain Special Interest Group†
( U.S.A.)


QUINDI LA RISPOSTA É SI ,LA CORRELAZIONE ESISTE.....



Spero che altri Colleghi possano darle ulteriori chiarimenti ed informazioni.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia