Utente 264XXX
Buon giorno gentili dottori, ho già posto il mio quesito in neurologia ma il sospetto che la causa del mio problema sia la malocclusione e il bruxismo si fa sempre più insistente. Cercherò quindi di sintetizzare il più possibile nella speranza di una vostra consulenza in merito..
Come potrete vedere dai miei consulti in oculistica da maggio 2018 combatto con una trombosi retinica di branca occhio sinistro.
Da agosto 2018 sono cominciati i primi miglioramenti con la prima intravitreale di Eylea e oggi sono alla settima iniezione. Durante questi lunghi mesi ho avuto periodicamente dei tremolii alle palpebre anche all'occhio controlaterale ma si sono sempre risolti in brevissimo tempo. Questa estate durante la preparazione antibiotica con Betaboptal ho cominciato ad avere di nuovo il disturbo del tremolio alla palpebra ma diverso dai precedenti nel senso che il tremolio riguarda sia la palpebra inferiore che superiore a volte contemporaneamente e in particolare se rido, mangio e perfino se parlo sento il tremolio contemporaneamente sopra il sopracciglio, non sempre per fortuna. Questo disturbo si presenta insieme al dolore orecchio e tempia alla masticazione, se rido forte e quando apro la bocca anche per parlare a voce alta.
Prima dell'ultima intravitreale ho avvertito il mio oculista che dopo un'attenta visita mi ha tranquillizzata imputando il disturbo a semplici fascicolazioni ma considerato che lo spasmo oculare si presenta contemporaneamente al dolore orecchio e tempia ho pensato al disturbo dell' articolazione temporo mandibolare. Ho chiesto il vostro parere in neurologia per capire se potesse trattarsi di semplice mioclonia o un emispasmo oculare e se le intravitreali possano essere state la causa di questo problema visto che si tratta dello stesso occhio ma come ho accennato i disturbi si presentano quasi sempre contemporaneamente e condiderando che ho anche un problema arcata superiore sempre a sinistra a causa di un vecchio ponte che devo sostituire e che soffro di bruxismo (serramento denti) ho pensato che lo spasmo all’occhio possa far parte del quadro ATM di cui soffro.
Mi rendo conto di aver fatto confusione, ma sono davvero confusa anch'io.
In sintesi è possibile attribuire lo spasmo oculare al disturbo ATM?
Grazie mille

[#1]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
"'......
Durante questi lunghi mesi ho avuto periodicamente dei tremolii alle palpebre anche all'occhio controlaterale ma si sono sempre risolti in brevissimo tempo. Questa estate durante la preparazione antibiotica con Betaboptal ho cominciato ad avere di nuovo il disturbo del tremolio alla palpebra ma diverso dai precedenti nel senso che il tremolio riguarda sia la palpebra inferiore che superiore a volte contemporaneamente e in particolare se rido, mangio e perfino se parlo sento il tremolio contemporaneamente sopra il sopracciglio...."






Difficile dare una risposta esaustiva senza poterla visitare ed avere report clinici.

Il primo step è quello di una Visita Neurologica.
Indicati, a giudizio dello specialista, esami neurofisiologici quali Riflessi Trigemino-Facciali ed esami di neuroimaging.
Non sono escludibili correlazioni tra disordini temporomandibolari e disturbi di accomodazione.I sensori che misurano la posizione dei muscoli del cavo orale e quelli che misurano la posizione dei muscoli oculomotori finiscono tutti nel nucleo mesencefalico del trigemino. Un problema di accomodazione(ad es.deficit di convergenza) può causare i sintomi da lei riferiti.Un controllo dell'oculomotricità andrà associato a un riequilibrio dei muscoli della masticazione. Le consiglio per tale motivo una valutazione presso specialista che non si limiti al solo controlo dell'acuità visiva,ma anche alla valutazione dello status dei muscoli oculari.


Qualcosa sul TMD per riscontrare altri suoi sintomi



https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html



Opportuna anche una consulenza dallo Gnatologo

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 264XXX

Buongiorno dottore e grazie mille per la gentile risposta. Ho letto con attenzione gli articoli da lei segnalati.
Se posso vorrei chiederle perché in prima battuta una visita neurologica ed esami quali riflessi trigemino facciali? Soffrendo di claustrofobia sono un po’ spaventata da esami così impegnativi. Speravo potesse bastare una sola valutazione clinica, pensa che il disturbo possa anche essere imputato a qualcosa di serio?
Le sue spiegazioni sulle correlazioni tra i muscoli oculomotori e quelli del cavo orale sono molto esaustive e la ringrazio molto per questo in effetti l’occhio sinistro ha subito ben 7 iniezioni nel giro di un anno ed il 28 ottobre dovrò fare l’ottava, pensa che possa essere un problema?
Prenoterò l’esame per l’oculomotricità.
Grazie

[#3]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Per valutare una problematica trigeminale,viene studiato il "blink reflex" mediante elettromiografia di superficie,esame praticabile in qualsiasi laboratorio di neurofisiologia,avendone preventivamente discusso con il neurologo.In caso siano escludibili cause neurologiche,anche attraverso ulteriori esami richiesti dallo specialista,possiamo orientarci su una patologia ATM correlata.
Mi faccia sapere sulla valutazione dell'oculomotricita'.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 264XXX

Grazie mille, le farò sapere l’esito dell’esame.
Buona giornata