Utente
Salve,
mi chiamo Roberta e ho quasi 24 anni.
Cercherò di esporvi in breve il mio problema.

È iniziato tutto 5 anni fa dopo un viaggio a Strasburgo.
La stessa sera, appena arrivata in hotel, chiusa la finestra ho percepito un fortissimo fastidio alle orecchie, come se lo stesso rumore dell'impatto l'avessi percepito nel mio stesso orecchio.

Il giorno successivo è cominciato quello che ad oggi definirei il mio calvario:
Sensazione costante di ovattamento come se fossi all'interno di una bolla isolata dal mondo circostante, testa pesantissima, come se dovessi sostenere un macigno, Confusione alla testa come se fosse diventata improvvisamente vuota di pensieri, come se non avessi percezione dello spazio circostante.
Ho difficoltà nella vista, nel mettere a fuoco gli oggetti, nella concentrazione, mancanza totale di lucidità, memoria a breve termine, testa piena di pressione.
Pressione alle orecchie, come se dovesse uscire dell’aria bloccata, dolore su tutto il viso e emicranie allucinanti.
Ho spesso una sensazione di pressione sopra il palato che percepisco all'interno del naso come quando si soffre di sinusite.
È una sensazione stranissima, è come se non mi ossigenasse nulla.
Ho gli occhi sempre rossi in quanto la notte non dormo, non riesco, fanno male internamente ed è come avere esternamente sonno e interiormente invece sono sempre sveglia, ma questo nonostante l'assunzione di melatonina non cambia.
Ho sempre sonno.
Ho fatto una visita neurologica risultata negativa.

Fin da piccola ho problemi posturali.

Ho fatto i classici esami del sangue di routine i quali sono stati ripetuti a distanza di anni con esisti nella norma.

Stanca della superficialità con cui veniva valutato il mio problema dai medici, ho fatto di mia volontà degli esami e visite specialistiche andando ad esclusione:
2015 RX RACHIDE = Ridotti posteriormente gli spazi discali C4-C5 e C5-C6 e TC ENCEFALO con esito negativo
2015 RX DELLA COLONNA CERVICALE con esito: Iniziali appuntamenti delle apofisi semilunari a livello C4-C5.
Iniziale riduzione sul versante posteriore della spaziatura intersomatica cervicale.
Parcellare tenue calcificazione del legamento nucale.

2016 RX CRANIO E DEI SENI PARANASALI con esito negativo
ANNO 2016 RM ENCEFALO con esito negativo
2017 VARIE VISITE OCULISTICHE con esito negativo
2017 VISITA OTORINOLARINGOIATRICA CON FIBRA OTTICA
DIAGNOSI: Disfunzione tubarica bilaterale.
Deviazione sx-convessa del setto.
Residuo adenoideo con interferenza sulla ventilazione tubarica.

I più recenti risalenti a 2 settimane fa circa sono:
VISITA ORL: esito: deviazione del setto nasale destro versa, ipertrofia dei turbinati inferiori, cresta basale sinistra, ipertrofia dei turbinati inferiori, alla palpazione dell’ATM presenza di segni sindrome algica disfunzionale dell’ATM.

Purtroppo il sito non mi permette di aggiungere altri caratteri.
Ho letto che una disfunzione dell'ATM incide sulle tube di Eustacchio.
Avete idea di cosa possa trattarsi?
Sono scoraggiata al massimo!

[#1]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Difficile darle una risposta esaustiva senza poterla visitare (da un punto di vista gnatologico) . I suoi sintomi richiederebbero in prima battuta un approfondimento neurologico(RNM Encefalo con MDC e AngioRNM).
Per il quesito che pone nel suo consulto

"... Ho letto che una disfunzione dell'ATM incide sulle tube di Eustacchio.
Avete idea di cosa possa trattarsi?..."


Modificazioni della pressione intratimpanica da un anomalo funzionamento della tuba possono spiegare le ipoacusie e gli acufeni nel disordine temporo-mandibolare . Una spasticita' muscolare, con una aumentata eccitabilita' dei motoneuroni trigeminali, comporterebbe una alterazione della tensione della membrana timpanica per l'azione del muscolo Tensore del Timpano
( da cui gli acufeni ) ed un'alterazione del meccanismo di apertura della tromba di Eustachio per l'azione del muscolo Tensore Velo Palatino (sensazione di tappamento ) . Questa spasticita' puo' essere legata a disturbi dell' occlusione, specie nei casi di ridotta Dimensione Verticale o Deep Bite .
Oltretutto se venisse confermata la presenza di un TMD, potrebbero essere spiegati anche i disturbi dell'acuità visiva e della oculomotricita'.
Pertanto in seconda battuta è consigliabile un approccio gnatologico, con valutazione anche di una possibile OSAS associata. (possibile nelle mandibole retruse con ridotta dimensione verticale)


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio infinitamente per la risposta.
Mi permetta di porle un'altra domanda: qualora gli esami fossero negativi, ci sarebbe la possibilità che possa trattarsi di un problema cervicale dove la causa sono appunto le vertebre?
La cosa che ritengo più assurda è la costanza dei miei sintomi, è come se fosse diventato tutto cronico. Oggi ho avvertito al naso una pressione così forte che potrei paragonare ad una "botta al naso". Una situazione che trovo allucinante essendo sintomi fisici abbastanza invalidanti che non mi permettono più di vivere la mia vita normalmente.
La condizione delle orecchie sempre e costantemente tappate come se vivessi in una bolla e tutti gli altri sintomi descritti in precedenza, è un calvario.
Farei di tutto pur di trovare una soluzione al mio problema. Dalla sua scheda deduco non abbia uno studio a Milano. Sarei venuta volentieri per un consulto, una visita.

[#3]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Confermo quanto riferito in precedenza. Escluda prima di tutto cause di origine neurologica.
Poi se crede la indirizzerei in privato ad un Collega che si occupa di problemi ATM e orecchio.




Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia