Utente 250XXX
Salve Dottori,

ho una domanda da porvi. 6 giorni fa sono stato graffiato da un gatto d'appartamento, in maniera superficiale o quasi (le ferite sono già guarite e la crosticina già caduta tranne in alcuni punti in cui è ancora evidente ma sembra prossima alla caduta). Ho letto e sentito pareri contrastanti su imminoglobuline (entro 24 h), vaccino, ecc.., alla fine mi sono affidato dapprima alle mie sensazioni e successivamente al parere del mio medico che mi ha confermato di aver fatto bene a non fare niente.
Ovviamente sono stato vaccinato da piccolo e forse ho fatto una iniezione 17 anni fà, quando, cadendo dopo essere svenuto, davanti ad un ospedale...., mi hanno praticato 3 punti di sutura al mento.
Le mie domanda sono:
- volendo vaccinarmi, devo attendere un certo numero di gg per ricominciare i 3 cicli oppure posso/devo farlo subito?
- quante possibilità ci sono che nell'episodio di 17 anni fà mi abbiamo fatto un richiamo di antitetanica o un immunoglobulina (?).

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

concordo con il suo medico.

Il graffio di un gatto d'appartamento, se tale gatto non esce di casa, ha solo una remota possibilità di essere a rischio di tetano.

La vaccinazione antitetanica fatta da piccolo, anche in assenza di richiami, lascia in ogni caso una "memoria immunitaria", anche se è buona regola fare un richiamo vaccinale ogni 10 anni.

Nel suo episodio di 17 anni fa quasi certamente le hanno fatto solo delle immunoglobuline, che è ciò che di prassi si fa in un pronto soccorso nell'immediatezza di una ferita.

Dato il tempo trascorso dal primo ciclo vaccinale antitetanico, le consiglio di fare quanto prima un altro ciclo intero.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 250XXX

Grazie Dottore,

è lo stesso consiglio del mio medico.

Solo una curiosità, concettuale:

- se non sono stato infettato dovrei fare il ciclo quanto prima per preservare future infezioni

- ma se invece sono stato infettato (leggo tempo di incubazione di molti giorni, anche mesi!) e magari il mio corpo sta reagendo o reagirà da solo grazie alla "memoria immunitaria", mi conviene attendere o iniziare comunque subito il ciclo di vaccinazione?

Sono passati intanto 14 giorni.
Di nuovo, grazie.

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
no, non è stato infettato, tranquillo

in ogni caso non vi è alcuna controindicazione a rifare il ciclo vaccinale completo
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 250XXX

Salve Dottore,

aveva assolutamente ragione non ero stato infettato!
Ho seguito il suo consiglio e ho rifatto il ciclo completo, con vaccino a settembre-ottobre 2012 e maggio 2013. Come le avevo detto, l'ultimo richiamo o immunoglobulina risaliva a 17 anni prima; da piccolo ovviamente avevo fatto il ciclo.
Un mio amico oggi mi ha parlato di problemi di iperimmunizzazione da vaccini, compreso quello tetanico.
Ho fatto bene a rifare il ciclo e sopratutto, questi rischi sono rari e specifici oppure la medicina ne sa ancora poco?

Grazie per i chiarimenti.