Utente 263XXX
Salve,
siamo una coppia giovane e decisamente inesperta. In vacanza abbiamo conosciuto un'altra coppia decisamente più trasgressiva di noi...con MOLTISSIME epserienze decisamente ad altissimo rischio (del tipo orge con sconosciuti....). Ci hanno coinvolti in un gioco a 4....noi abbiamo espressamente richiesto niente sesso orale, niente baci e solo penetrazioni protette e pensavamo di essere tranquilli così.
Sono però avvenute masturbazioni molteplici, ovvero ad esempio lui ha penetrato la sua compagna con le dita e dopo pochi secondi anche la mia. Inoltre nel momenti ci siamo lasciati andare al sesso orale PASSIVO (cioè ad esempio la bocca dell'altra è entrata in contatto in pochi secondi con il pene del suo compagno e con i nostri organi). Inoltre è avvenuto sesso vaginale protetto.

Adesso che abbiamo mentalizzato l'effettivo rischio che abbiamo corso siamo molto agitati e non sappiamo neppure a chi rivolgersi perchè il nostro medico di famiglia è un parente ed è impensabile di potergli parlare di quanto è accaduto.

Vi prego diteci se siamo a rischio, cosa dobbiamo fare e a chi rivolgersi...è importantissimo...non abbiamo altri riferimenti...

[#1] dopo  
Dr. Michele Piccolo

40% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Le malattie sessualmente trasmissibili (MTS), dette anche “malattie veneree”, vengono trasmesse durante l’atto e il contatto sessuale non protetto. La promisquità sessuale, il numero e la frequenza di rapporti con partner differenti ed occasionali sono importanti fattori di rischio. L'epidemiologia attuale suggerisce un progressivo aumento di tali malattie, specie nella popolazione giovanile. Le MTS sono malattie infettive per la maggior parte curabili, ma che se trascurate possono portare a gravi complicanze. E' sempre consigliata una disgnosi precoce, pertanto quando si pensa di aver corso qualche rischio è indispensabile rivolgersi al più presto ad uno specialista (in genere dermatologo), ricordando che è indispensabile recarsi dal medico insieme al proprio partner: la visita contestuale di entrambe è molto utile.
Dr. Michele  Piccolo

[#2] dopo  
Utente 263XXX

Salve dottore, grazie per la risposta che però non mi ha tolto i dubbi che avevo...ribadisco noi non possiamo rivolgersi al medico di famiglia...cosa devo fare in questo caso? Posso rivolgermi al CUP anche senza presentazione di richiesta medica?
Non potrebbe dirmi anche a quali malattie ci siamo esposti nel nostro caso specifico e a che percentuale di rischio?
Grazie ancora, rimaniamo in attesa di cortese risposta.