Utente 312XXX
Buonasera sono a porre questo questito: in spiaggia mi sono punto con una grossa spina di rosa che si è conficcata sotto la pianta del piede . L'ho rimossa e dopo circa 5 minuti l'ho disinfettata. In seguito ho chiamato il mio medico di base ed ho chiesto se fosse stato neccessario recarmi al pronto soccorso per la terapia con immunoglobuline poichè l'ultimo richiamo di vaccinazione antitetanica da me effettuato risale a quando avevo 12 anni (ho fatto il ciclo di vaccinazione antitetanica completa) premetto che ne ora ho 40 anni e da allora non ho piu fatto vaccini. Il mio dottore ha detto che non era neccessario ma essendo un tantino ipocondriaco mi sono documentato di mio (classico degli ipocondriaci) e mi sono un tantino allarmato per via delle conseguenze che porta il tetano. Volevo chiedere è bene comunque che rifaccia la vaccinazione o non è neccessaria perchè immunizzato?Che tempi di incubazione ha il tetano?Nel caso un soggetto contraesse il tetano che percentuale di sopravvivenza avrebbe?
Anticipatamente ringrazio per la vostra cortesia e disponiblita.

[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Lei ,avendo effettuato l'ultima vaccinazione a dodici anni, al momento attuale non è immunizzato.
Le punture con spine di rosa , magari appena concimata, non sono del tutto esenti da rischi.
Faccia subito il richiamo del vaccino contro il tetano.

Immunoglobuline : queste ultime forniscono una protezione per circa trenta giorni, però sono derivati del sangue , non consigliabilissime vista la nostra storia passata ( utilizzo di sangue infetto ).

Letalità per tetano : massima negli anziani , va da un 40 ad un 70%, a seconda del tipo di assistenza disponibile.
Tenga presente che il trattamento del tetano richiede la "curarizzazione " del paziente , ai fini del rilasciamento muscolare e la respirazione artificiale. Tutto questo per almeno un mese.
Cordiali Saluti
Dr. piero alessandro casonato