Utente 397XXX
Egregi medici, tre giorni fa, la madre di un mio amico è deceduta per complicazioni patologiche ( non ho capito bene se si trattasse di un aneurisma od ischemia cerebrale). La povera signora, essendo morta in un riunito dell'ospedale, quindi non era un vero e proprio ospedale, è stata necessariamente trattenuta in una camera a giacere li appunto per tre gg. Vi racconto un po... intanto la signora si trovava in una camera con finestre chiuse senza nessun circolo di aria, stesa su un lettino e con l'aria condizionata accesa in modo che il corpo non si decomponesse in fretta. DA QUI VI DICO CHE: entrando c'era una puzza incredibile, e dopo un po, la signora ha iniziato ad espellere sangue dalla bocca. Visto che nonostante avessimo avvisato gli infermieri, nessuno si è fatto vivo, e i figli piangevano, mi sono permesso di asciugare con un fazzoletto il sangue che la signora ha espulso (so che è una cosa schifosa...ma in quel momento mi sono detto che se fosse stata mia madre forse non mi sarebbe piaciuto vedere quella scena, dunque ho provveduto io). Adesso mi chiedo: può succedere qualcosa se anche una goccia di sangue fosse finita sulla mia mano per sbaglio? premetto che ho cercato di fare attenzione e non mi è sembrato di essere entrato a contatto con il sangue, ma ho sempre questo pensiero fisso; e secondo voi: la puzza che circolava nella stanza (senza possibilità di uscire), può in qualche modo influire su me e chi stava li dentro? Scusate se ho dilungato troppo. Grazie in anticipo. Buona serata.

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore, mi sembra che sia una cosa vergognosa quella che le è accaduta. neanche nel posto più sperduto di questo mondo dovrebbero accadere queste cose e meno che meno a Messina o dintorni. Comunque lei ha agito molto bene salvaguardando l'integrità della povera signora. In ogni modo stia tranquillo che nulla le può essere capitato se anche una goccia di sangue l'ha toccata. Mi dispiace che i parenti stretti abbiano dovuto vedere questo spettacolo indegno e incivile. Cordiali saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 397XXX

Gent.mo Professor Gerunda, desidero ringraziarla immensamente per la sua cortese risposta (anche molto celere). Adesso mi sento molto meglio dopo le sue rassicurazioni. Effettivamente è la prima volta che mi capita una situazione simile, ma credo che il modo in cui sia stato " mantenuto" il corpo della signora lasciava molto a desiderare soprattutto le condizioni igieniche nel complesso. Tralasciando buona parte delle mie considerazioni personali, in certi casi dobbiamo preoccuparci anche di morire in pace e sotto le mani di persone giuste (scherzi a parte). Grazie ancora. Cordialità. A.