Utente 458XXX
Buongiorno,
tre anni fa (ottobre 2004) avevo notato la presenza di un linfonodo all'inguine destro con lieve dolore; mi ero recato dal medico e mi aveva detto che era causato da una grossa e profonda verruca che avevo sotto un dito del piede destro. Avevo rimosso la verruca (senza chirurgia, tramite liquido) e il dolore era passato.
Nel maggio 2006 correndo avevo avvertito una fitta alla gamba destra causata di nuovo dal linfonodo che non si era sgonfiato e ne erano presenti anche nella parte sinistra, senza causarmi troppi dolori però. Per tutta l'estate quando giocavo a calcio sentivo fitte alla gamba destra. Le fitte erano comunque sporadiche, non dolori continui.
Dopo l'estate i linfonodi si sono sgonfiati, tranne quello che era già presente che però non mi aveva più causato dolori fino a questo mese (ottobre 2007), quindi per più di un anno. Da due o tre settimane si sono di nuovo gonfiati gli altri della volta scorsa e avverto talvolta delle fitte quando gioco a calcio, tuttavia più fastidiose che dolorose. Mi è stato riferito che per curare l'infezione ai linfonodi a volte è necessario assumere anche proteine. Per tutto l'anno scorso (quando si erano sgonfiati) avevo assunto con regolarità maggior quantità di proteine. Non so se sia per quello che si erano sgonfiati ovviamente.
In questi anni NON ho mai avuto dolori ai testicoli, NO cali forma fisica, NO senso di stanchezza.
Vorrei sapere se si può avere qualche spiegazione su questi linfonodi.
E quali rimedi posso prendere.
GRAZIE, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
via Internet senza un inquadramento diagnostico è estremamente
difficile dare una spiegazione ed è sicuramente impossibile proporre una soluzione al Suo problema.
Ricontatti il Suo curante, che probabilmente La rassicurerà o richiederà un approfondimento diagnostico.
Molte sono, più frequentemente banali, le cause che possono provocare la sintomatologia che ci riferisce.
Molto improbabile che ci sia una correlazione con la assunzione di
proteine.
Ci aggiorni, se lo desidera.
Cordiali saluti.
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com