Utente cancellato
Cercherò di essere il più coinciso possibile.
dopo che a metà novembre ebbi un periodo di depressione psichica a causa di alcuni problemi familiari,uscito da questo periodo verso i primi di dicembre,parliamo del 2010,inizia per me un periodo di grande astenia fisica con arrossamento della gola...stanchezza etc etc.
al primo gennaio 2011 faccio il test per la mononucleosi che risulta positivo ,ma in fase calante,nel senso che glia anticorpi erano già alti.
da quel momento continuo ad alternare giorni in cui sto bene a giornate,soprattutto nella parte centrale della giornata ,in cui sono stanco e ho un ò di dolori muscolari e occhi lucidi.
il 15 marzo sono stato al cotugno di Napoli,tra l'altro da un primario,il quale mi fece eseguire tutti gli esami di routine più alcuni specifici;

ecografia di stazioni linfonodi profondi - tutto ok
milza - tutto ok
emocromo perfetto
cd4/cd8 - sia il rapporto sia le percentuali nella norma
d'dimero - nella norma
proteina c reattiva - nella norma

tutto visionato dal primario il quale mi ha già rassicurato.
siccome però ad oggi ogni tanto mi sento una "schifezza",volevo sapere se con i risultati tutti nella norma sopra descritti è ipottizzabile comunque un infezione da hiv.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buonasera,
ritengo proprio di no visto che non vi è traccia di comportamento a rischio nella sua richiesta di consulto e comunque questi esami sono nella norma. Ha per caso eseguito un Test HIV visto che è una sua preoccupazione? Spesso uno stato depressivo può portare a somatizzare una serie di sintomi che in realtà non trovano giustificazione.
Cordialità
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
202710

dal 2011
Grazie per la risposta,in realtà non ho mai fatto un test hiv e se si può definire comportamento a rischio un rapporto non protetto con una persona frequentata per qualche mese ,che oggi non frequento ma che ancora qualche volta sento e che è felicemente fidanzata da circa un anno ,allora sì,ho avuto un comportamento a rischio.mi dica lei.
ho fatto da dicembre ad oggi 5 esami di laboratorio e mai in nessuno un anomalia,tra questi anche i cd4/cd8 ,come scritto sopra nella norma.gli ultimi esami li ho fatti 10 giorni fa ,compresi Proteina c reattiva,quasi assente e d'dimero,perfettamente nella norma,emocromo perfetto etc etc.ho superato l'influenza stagionale in due/tre giorni,sentivo in quel periodo che le persone si facevano una settimana di febbre a 39...ho avuto qualche placca alla gola...in realtà ne ho sempre sofferto da piccolo..e sono guarito in tre giorni senza antibiotico.lei ha scritto una cosa a cui spesso il mio pensiero era già volato e che credo sia anche stato la causa della Mononucleosi.. "Spesso uno stato depressivo può portare a somatizzare una serie di sintomi che in realtà non trovano giustificazione".
Alla fine quello che mi chiedo,possibile che uno possa essere in una condizione da infezione da hiv con tutti i valori anche di esami così specifici ,nella norma?
una risposta istintiva,poi farò anche il test specifico.
grazie

[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Guardi penso proprio di no (istintivamente), anche se pur non ritenendo il comportamento come uno di quelli più tipicamente a rischio è chiaro che non sottoscriverei a distanza una conferma di certezza per ovvi motivi. Però i suoi esami mi sembrano eloquenti anche se il rappporto cd4/cd8 in una fase precoce non è indicativo.
E' chiaro che se vuole togliersi ogni dubbio, e quindi eventuale ansia, può tranquillamente effettuare il test.
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#4] dopo  
202710

dal 2011
in realtà i rapporti a "rischio",sarebbe avvenuti 11/12 mesi fà...e il test cd4/cd/ risale ad un mese fà...è comunque da considerarsi precoce?
grazie ancora.

[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ma quelli non mi sembrano rapporti a rischio.... e come le dicevo il rapp CD4/CD8 si altera in una fase avanzata ben oltre la sieropositività. Solo il test HIV (per gli anticorpi antivirus)le da certezza.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#6] dopo  
202710

dal 2011
scusi dottore,mi corregga se sbaglio oppure ho interpratato male.ho letto alcuni studi recenti relativi ai marker infiammatori.
nei pazienti hiv positivo questi marcatori,tipo proteina c reattiva e d'dimero,risultavano dare valori alti rispetto a quelli normali,e questo sarebbe dovuto al fatto che il virus genera una risposta immunitaria e quindi un'infiammazione continua.
ho fatto due volte questi marcatori e sono usciti sempre abbondantemente nella norma,questo non dovrebbe escludere la presenza di infiammazioni in corso?