Utente 125XXX
salve dottori, vi scrivo perche devo sottopormi a test hiv avendo avuto rottura del preservativo in uin rapporto con una ragazza italiana che so fare anche incontri come escort.. anche lei si sottoporrà prima di me all'esame..giusto per capire almeno in partenza il suo stato sierologico. ho prenotato presso un centro privato e quando ho chiesto sul tipo di test mi hanno detto che praticano il metodo IMMUNOLOGICO e che tale metodo non è il test ELISA, ho quindi cercato un po in merito ma non ho trovato nulla..sapete dirmi se è attendibile come l'elisa, di che generazione è..dato che so che gli ultimi piu evoluti hanno gia una certa attendibilità dopo 30-40 giorni. grazie per l'attenzione, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

sta reiterando domande più o meno dello stesso contenuto; i test sierologici per l'Hiv sono diversi (ELISA, ECLIA, Western Blot, PCR, eccetera) perché diverse sono le metodiche impiegate, ma il risultato è lo stesso.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 125XXX

scusi dottore ma ho sbagliato anche a scrivere..intendevo metodo immunoGRAFICO, questo è ciò che mi hanno detto, avevo anche postato un altro consulto per correggere l'errore, ma qualcuno l'ha cancellato ..dato che non si trova nulla a riguardo non mi sembrava una richiesta fuoriluogo. comunque sia..questo metodo immunografico è da considerarsi allo stesso livello di avanguardia degli altri test di quarta generazione come l'Elisa, il Meia ecc..?

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
immunografico è un termine insolito, forse voleva dire cromatografico
ma continuo a non capire perchè le interessa tanto il tipo di metodo; le ripeto che diverse sono le metodiche impiegate, ma il risultato è lo stesso.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 125XXX

mi ha proprio detto che il nome è immunografico e viene riportato anche sul referto, comunque il motivo del mio interesse è dovuto al fatto che leggendo l'esistenza di test di prima, seconda...quarta generazione e leggendo che appunto gli ultimi piu evoluti sono piu sensibili (non so se sia il termine esatto) o comunque piu efficaci nel evidenziare anche quantità anticorpali piu piccole o che, L'Elisa di quarta generazione e/o il Meia includono anche l'antigene P24 , mi è venuta spontanea la domanda se un test di questo tipo (immunografico) rientrasse nei test evoluti o in test piu vecchi e meno avanzati. è un dubbio lecito dal momento che come in tutte le cose si cerca di sceglier il meglio. tutto qui.. poi ovvio che il risultato è lo stesso, anche una macchina 1200 di cilindrata ci fa ottenere lo stesso risultato base di una di 2000 ossia trasportarci! ora spero di aver chiarito meglio la mia linea di ragionamento..cosi mi può rispondere in modo chiaro anche lei, grazie per l'attenzione

[#5] dopo  
Utente 125XXX

quindi dottore? cosa mi può dire ora che sono stato piu chiaro? . in secondo luogo volevo chiderle una parere su un'altra cosa: ho sul pene da sempre dei puntini di grasso che uno specialista l'anno scorso definì fisiologici, e che potevano essere rimossi con laser.. ora noto che un puntino è apparso all'attaccatura del frenulo..appena sotto il glande..dove prima non c era, solo che è comparso infiammato..cioè sembra un foruncolo..diametro penso 2 mm..piccolo insomma..potrebbe esser un sifiloma primario? o semplicemente uno di questi puntini di grasso che si è infettato? ho letto che il sifiloma primario però ha diametro di un centimetro circa..questo è un brufoletto...però è lucido rosso infiammato col puntino bianco in mezzo

[#6] dopo  
Utente 125XXX

silenzio..nn capisco..ho solo chiesto maggior informazioni per le due cose..

[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
per il test le ho già risposto

per i suoi puntini sul pene, non è possibile fare diagnosi né sarebbe scorretto senza una visita
dovrebbe farsi visitare dal suo medico curante, il quale poi deciderà se eventualmente inviarli da specialista dermatologo-venereologo

buona serata
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#8] dopo  
Utente 125XXX

diciamo che dopo aver schiacciato quel puntino che ho detto sopra..è sparito il tutto..forse era solo uno di quei puntini di grasso che si era infettato..dal medico mi ero gia fatto vedere e anche da uno specialista che mi aveva fatto al tempo anche la prova con un acido per vedere se avevo hpv ..ma tutto ok ..mi disse soltanto che potevano essere rimossi a laser per un puro fatto estetico..(ma essendo poco visibili e non eccessivi non l'ho mai fatto).

posso chiederle un'ultima cosa?.. il sifiloma primario che si presenta in caso di sifilide può anche venire sull dito di una mano ed essere tipo un brufolo?.. ho da 3-4 giorni in concomitanza di un pelo sul dito indice una specie di brufolo che se lo schiaccio fuorisce pus bianco..sotto appare un po duro al tatto ma poco, forse perchè c'è infiammazione..il tutto (rossore dell'infiammazione compresa)arriverà ad avere un diametro di 4-5 mm , non so perchè ma mi è venuta la paranoia che magari possa esser un sifiloma..ora ho disinfettato con acqua ossigenata e applicato pomata gentalyn, se in un paio di giorni sparisse potrei aver conferma che non è un sifiloma? (ho letto che questo ha diametro 1 cm e guarisce in alcune settimane e non pochi giorni..)

[#9] dopo  
Utente 125XXX

dottore vedo non ha piu risposto..e lo so penserà che sono solo un ansioso ecc..quindi le chiedo solo una cosa per fugare ogni dubbio sulla sifilide o meno: c è un periodo finestra per la sifilide? ho letto 15-20 giorni dal contagio..ma per contagio si intende la comparsa del sifiloma primario oppure il momento in cui ho avuto il contatto con il presunto soggetto infetto?..perchè mi pare di aver letto che il test può risultare falsamente negativo anche in presenza del sifiloma..
.in sostanza : se ho un sospetto sifiloma (sulla mano in tal caso..anche se sembra piu una comune infezione di un poro pilifero..ecc..) se io effettuo il test, il risultato è attendibile?..ossia: se è negativo allora ciò che vedo sulla mano non è un sifiloma giusto? mi dica solo questo..grazie..e mi scuso ancora per l'insistenza.

[#10] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

per ogni quesito va aperto un consulto, altrimenti ci si sperde.
Per favore, non continui su questo consulto, anche per dare la possibilità di rispondere ad altri specialisti nel Sito.

Solo per ora le risponderò:
si sta facendo troppe ansie, perché un sifiloma alla mano sarebbe eccezionale
le sedi sono glande, ano e bocca

dopo 15-20 giorni dal contagio il test si positivizza
se vi sono dubbi su una eventuale falsa negatività, basta ripeterlo


Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it