Utente 797XXX
Gentili dottori
Mio marito ha 28 anni. ogni anno fa l'ecografia del fegato perchè ha una ciste ed è portatore inattivo hbv. Il medico pero non gli ha datto tanti chiarimenti in merito percio ho bisogno di un vostro parere per capire meglio. Il medico gli ha solo detto non ce niente di grave.

L'ESITO DEL ECOGRAFIA è QUESTO:
Fegato a contorni regolari di dimensioni nei limiti di norma, ad ecostruttura difusamente omogenea.Vena porta di calibro regolare.Vie billari intra ed extra epatiche non dilatate.colecisti normoconformata, con presenza di piccola formazione isoecogena di 4-5 mm, adesa alla parete al 1/3 medio, fissa, senza cono d'ombra posteriore, come da polipo colecistico (invariato rispetto al precedente controllo?. Pancreas di morfologia e dimensioni regolari, ad ecostruttura omogenea, Milza di morfilogia e dimensioni regolari, ad ecostruttura omogenea, Reni in sede bilateralmente, di morfologia e dimensioni nei limiti di norma, senza segni riferibili ai latiasi > 0.5 cm o a dilatazione delle vie escretrici.

In piu lui spesso si lamenta di sentire dei tagli al fegato e di avere la pancia gonfia. Questo è solo un problema intestinale oppure ha a che fare con il fegato?

Vi ringrazio in anticipo ed attendo una vostra risposta
cordiali saluti ...

[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
L'ecografia ha un referto assolutamente rassicurante ( segnala soltanto un piccolo polipo della colecisti < ad 1 cm quindi di scarso significato clinico). La cisti per la quale ha effettuato l'ecografia sembra "sparita".
In realtà porrei attenzione alla diagnosi di portatore "inattivo" di HBV che se formulata da un non specialista potrebbe essere inesatta.
Se l'HBVDNA nel sangue è < 20 UI/l si parla di reale portatore inattivo altrimenti , soprattutto se l'antigene HbsAg è positivo, si tratta di un'epatite cronica magari con transaminasi nella norma ( AST ALT o GOT GPT).
Conviene verificare per le diverse implicazioni e per la giovane età.

Cordiali Saluti
Dr. Roberto Chiavaroli