Utente 266XXX
Buongiorno Dottori,
mio padre è affetto da epatite C ed ha subito un trapianto di fegato nel 2004.Io e mia madre abbiamo sempre effettuato i controlli di routine per scongiurare la trasmissione ed è risultato sempre tutto negativo.
Proprio ieri mi è successo questo:ho effettuato un'iniezione intramuscolare a mio papà e al momento dell'estrazione dell'ago,ho pulito la zona dove l'ago è entrato con cotone imbevuto di disinfettante e ho visto che una minuscola macchiolina di sangue è rimasta sul cotone stesso.Non avevo i guanti e ho subito lavato le mani.Non credo di aver toccato direttamente la macchiolina di sangue con le dita, ma nel caso fosse successo, esiste un rischio di contagio?
Premetto che sono una persona particolarmente ansiosa...

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile amico, il contatto di sangue infetto sulla pelle non basta a contagiare!
Occorre che il sangue infetto venga a contatto con una "ferita" o lesione cutanea.
Pertanto le direi di stare sereno!
Per maggior tranquillità puó eseguire un test anticorpale verso il virus C dell'epatite dopo 2-3 settimane dal presunto contagio o una PCR per il virus dopo 45-60 giorni.
Resto a sua disposizione!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia