Utente 282XXX
Buongiorno,
circa 9 anni e mezzo fa ho avuto due/tre rapporti non protetti con un ragazzo mio coetaneo. All'epoca eravamo giovani e, imprudentemente, abbiamo avuto rapporti senza preservativo. Lui mi aveva assicurato di essere sempre stato attento prima e io mi sono fidata. Dopo una storia di circa un mese non ci siamo più rivisti, da poco ho scoperto che è felicemente sposato con un bimbo di poco più di un anno. Io non ho mai pensato al virus dell'hiv ma da pochi mesi io e mio marito stiamo cercando un figlio e so, che tra i mille esami di inizi gravidanza, c'è il test dell'hiv. Questo mi ha messo nel panico, ho ripensato a quest'unico rapporto a rischio, ormai sono passati quasi dieci anni ma ho paura. In questi anni non ho mai avuto particolari problemi, un anno fa ho avuto un linfonodo ingrossato inguinale sparito nel giro di qualche mese senza somministrazione di alcun medicinale e la scorsa notte un episodio di sudorazione notturna. Mio marito, con cui ho rapporti non protetti da circa 8 anni, ha avuto qualche anno fa un episodio di tumore benigno causato da hpv, curato e mai più ripresentatosi. Pensa che potrei essere un soggetto a rischio ? La ringrazio per le sue preziose delucidazioni, se navigo su internet cercando casi simili al mio, entro ancora di più nel panico.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente
Cerca cio' che non possiamo regalare da qui rispetto al suo dubbio: la serenità di essere sana.
Effettui domani il test HIV e finirà questa ansia.
Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 282XXX

La ringrazio per la sua pronta risposta e anche io sono sicura che solo il test potrà tranquillizzarmi.
Mi scusi, effettivamente sono terrorizzata al solo pensiero di avere contratto il virus e di aver contagiato mio marito e stupidamente sto cercando delle rassicurazioni qui quando so bene cos'è la cosa più saggia da fare. Dopo le festività natalizie, effettuerò sicuramente un test.
Ma il fatto che siano trascorsi quasi dieci anni dal presunto rapporto a rischio non mi potrebbe dare quella serenità in più per affrontare il test? Non pensa che in dieci anni la malattia avrebbe potuto già manifestarsi? In base alla sua esperienza professionale, qual è la sua autorevole opinione?
La ringrazio e cordialmente la saluto.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile amica,

La mia esperienza segue quanto descritto nel mio articolo di medicitalia pubblicato anche su La Stampa, che le riporto e che disegna il panorama dell'ultimo bollettino HIV dell'istituto superiore di sanità

https://www.medicitalia.it/luigilaino/news/2717/Perche-aumentano-le-infezioni-HIV-fra-eterosessuali

Con particolare riguardo all'aumento delle diagnosi tardive.

Ora, questo non la tranquillizzerà ma credo che se effettuerà il test prima possibile avrà tranquillità il prima possibile.

Ancora saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it