Utente 244XXX
Buongiorno, volevo avere un consulto relativo alla mia situazione.
Sedici giorni fa ho avuto un rapporto a rischio con una prostituta ( pultroppo si è rotto il preservativo x 2 volte); 2 giorni prima avevo finito una cura sostenuta di antibiotici con augmentin ( 3 volte al giorno, 1 ogni 8 ore per una settimana) a causa di tonsillite criptica che portavo avanti da un po di tempo.
Otto giorni dopo ho fatto visita MST e il test hiv e risultati negativi.
In concomitanza dei 2 eventi ( fine della cura antibiotica e rapporto a rischio) o forse qualche giorno dopo mi sono comparse alcune chiazze rosse sulla lingua che risultava bianca ( prima 2 sulla punta poi scomparse e successivamente 2 parte laterale); inoltre per qualche giorno ho avuto una senzazione di calore al glande.
Ciò può esser dovuto al trattamento sostenuto di antibiotico ( da come ho trovato notizie "lingua a carta geografica- glossite ", su altri post utenti e da come detto dal mio medico alterazione della flora intestinale ecc)
Attualmente passati 16 giorni dal rapporto (da 4 giorni prendo medicinale "bactoblis", le chiazze son quasi scomparse del tutto ( non sono dolorose) e mi è venuto un pò bruciore fondo alla gola con un po tosse e catarro (probabilmente in quanto ho giocato a calcetto).
L'infettologo che mi ha detto che potrebbero essere afte e che (visto i risultati negativi test e che stavan andando via) lasciar perde che quelle chiazze non han nulla a che vedere.
Poi mi ha detto di rifare test tra 1 mese.
Faccio presente che dopo tale rapporto a rischio, sono molto angosciato, e preoccupato ( pensiero fisso) e faccio anche fatica a dormire la notte avendo come un senso di colpa..( da allora mi sembra di non aver più avuto erezioni, nemmeno mattutine il medico mi ha detto fatto psicologico dato all'angoscia)
Posso stare tranquillo ( anche se non lo sono affatto) come mi ha detto il medico?
Potete al più presto darmi un parere su cura antibiotica, chiazze lingua,mancata erezione ecc
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
I sintomi che descrive potrebbero essere facilmente ascrivibili ad un'ansia smodata:

purtroppo ancora non possiamo stare certi dello stato sierologico per virtù del rapporto rischio.

Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it