Utente 675XXX
Buongiorno, sono uno studente di medicina di 23 anni e volevo chiedere un consulto. l'altro ieri ho avuto un rapporto sessuale con una ragazza conosciuta da poco e purtroppo non sono stato accorto e per una fatalità ho penetrato una volta la ragazza senza il preservativo. Volevo sapere da un dottore siccome la cosa mi inbarazza non poco che cosa posso fare. se devo preoccuparmi?
Vi ringrazio già da adesso!!

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il contatto che descrive è a rischio per l'HIV, l'epatite B e le altre MST. Se ha dubbi sullo stato di salute della partner e non conosce lo stato sierologico esegua HIV a 40 ed a 100 giorni. Per l'epatite B dovrebbe essere vaccinato, esegua quindi HbsAb per valutare la sua copertura. Riguardo le altre MST consulti un collega dermatologo.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 675XXX

Intanto la ringrazio per la risposta.
La mia domanda era se il rischio e quindi che percentuale ce di essere contagiati in questa maniera...cioè con una sola penetrazione non coperta?
e comunque da dei semplici esami del sangua la mia parner può in qualche modo sapere di essere portatrice o deve fare degli esami specifici?

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Solo un test HIV è valido per la diagnostica, gli altri esami possono essere nella norma anche nei sieropositivi. Non esiste una numerologia del rischio che sia affidabile.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 675XXX

Quello che volevo sapere io è una cosa: se una persona è sieropositiva non è detto che in un rapporto non protetto trasmetta la malattia quindi con un solo atto sessuale ( inteso come una sola penetrazione) il rischio di contagio (sempre se la mia partner è sieropositiva) è veramente molto basso....o mi sbaglio?

[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Il contagio non è scontato, è una cosa aleatoria. In caso di partner sieropositivo un rapporto insertivo è a rischio e non certo "molto basso", epidemiologicamente si definisce rapporto ad alto rischio. Inoltre basso o alto sono espressioni molto personali, ciò che è basso rischio per me potrebbe esserlo alto per lei etc.
Marcello Masala MD

[#6] dopo  
Utente 675XXX

Guardi io sto studiando medicina nella facoltà di Padova e sono al quarto anno e ho parlato con molti professori che mi hanno detto che anche in un rapporto completo è difficile il contagio e di stare tranquillo. Ho letto molti dei suoi consulti in internet e lei è sempre catastrofico e pessimista. Lo so che il suo compito è quello di informare, però a mio modestissimo avviso lei dovrebbe rassicurare (non intendo illudere) le persone anche visto il periodo di tre mesi che devono aspettare prima di un test attendibile! in questo periodo i pazienti con le sue risposte vivono momenti di ansia e di terrore se lei gli fa credere cose che in realtà hanno percentuali talmente basse da essere irrisorie! certo adesso lei mi può dire che non è vero quello che dico però secondo me il compito di un dottore dovrebbe essere quello di ASSISTERE prima di tutto e non dovrei essere certo io a dirglielo!

[#7] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
La ringrazio per le indicazioni. Utile per lei ed i suoi docenti www.cdc.gov
Marcello Masala MD

[#8] dopo  
Utente 675XXX

Sono contento di averle aperto un pò la mente spero che in futuro utilizzi le sue conoscenze per aiutare e non per TERRORIZZARE!!! Grazie per il link lo riferirò di certo ai miei docenti anche se penso siano loro a scriverlo il sito......

[#9] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Se abitano ad Atlanta sono senz'altro loro.
Marcello Masala MD

[#10] dopo  
Utente 675XXX

beh comunque non volevo fare polemica e lei ho capito non arriverà mai a quello che volevo dirLe!
La ringrazio per il tempo dedicatomi!

[#11] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissimo giovane stasera sono di guardia e visto che lei studia medicina ed ha l'età dei miei studenti cercherò di dare una più ampia spiegazione del funzionamento del nostro Ospedale virtuale. In primis mi creda, non è mia intenzione provocare inutili ed immotivate ansie, come i miei colleghi, faccio vita con i malati, gioisco per i loro miglioramenti e con loro vivo anche gli insuccessi. Dare consulti in un ambulatorio virtuale, cosa che noi facciamo a titolo gratuito, talvolta obbliga a consulti un pò duri e poco empatici, poichè il contenuto dell'informazione deve essere breve, chiaro e assolutamente basato su un ampia evidenza. Ciò vuol dire che l'ottimismo o il sorriso nel dare certe comunicazioni(cosa che ha notato nei suoi docenti) non solo non può essere presente, ma può essere pericoloso. Personalmente preferisco dare l'impressione di essere duro pur di non generare comportamenti imprudenti e potenzialmente pericolosi.
Il sito che ho citato è l'autorità mondiale in materia ed è molto utile. Per volontà del governo americano , vedrà lei stesso, il sito si tiene su un livello di cautela notevole, quasi terroristica, per lo stesso motivo che citavo.
Per il resto, sappia che le sue comunicazioni non mi hanno urtato, e da tutti nel nostro lavoro si può apprendere (come lei presto potrà sperimentare), in modo particolare nel rapporto umano.
Marcello Masala MD

[#12] dopo  
Utente 675XXX

io la ringrazio veramente di cuore dottore e mi scuso se mi sono permesso di "darle contro" e penso il mio atteggiamento sia più attribuibile ad un reale senso di malessere che ho in questi giorni che a reali conoscenze di fondo. Quello che non avevo capito è che molte volte leggono questo sito giovani che impauriti da quanto letto stanno molto attenti a non commettere errori simili e questo può aiutare a salvare qualcuno che poi è l'abbiettivo finale da raggiungere! Per quanto riguarda il mio caso ho parlato un pò con la ragazza e non ci dovrebbero essere problemi anche se solo degli esami accurati come Lei ha proposto toglieranno (spero) ogni possibile dubbio!
la ringrazio ancora e buon lavoro!!!

[#13] dopo  
Utente 675XXX

io la ringrazio veramente di cuore dottore e mi scuso se mi sono permesso di "darle contro" e penso il mio atteggiamento sia più attribuibile ad un reale senso di malessere che ho in questi giorni che a reali conoscenze di fondo. Quello che non avevo capito è che molte volte leggono questo sito giovani che impauriti da quanto letto stanno molto attenti a non commettere errori simili e questo può aiutare a salvare qualcuno che poi è l'abbiettivo finale da raggiungere! Per quanto riguarda il mio caso ho parlato un pò con la ragazza e non ci dovrebbero essere problemi anche se solo degli esami accurati come Lei ha proposto toglieranno (spero) ogni possibile dubbio!
la ringrazio ancora e buon lavoro!!!

[#14] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Cordialità ed auguri per tutto.
Marcello Masala MD

[#15] dopo  
Utente 675XXX

Dottore ci siamo già sentiti un pò di tempo fa.....
Volevo farLe una semplice domanda che mi ha posto un mio conosciente ed alla quale non ho saputo rispondere e siccome lei ricordo era molto ferrato in tema chiedo a lei.....C'è rischio di contrarre il virus della hiv con masturbazione manuale in presenza di una piccola ferita quale pùo essere una pellicina che si è tolta? e perchè?

[#16] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Sono da considerare a rischio le ferite sanguinanti.
Marcello Masala MD