Utente 591XXX
Salve gentili Dottori,
due giorni fa, venerdì scorso, ho sentito improvvisamente un vivo prurito all'alluce, avevo i calzini addosso e stavo sdraiato sul letto, mi tolgo il calzino e vedo l'alluce piuttosto gonfio anche se di colore normale. Tuttora non ho assolutamente idea di cosa possa avermi punto. Non ho visto aghi, schegge, vespe, api, ragni, scorpioni,... Forse una cimice microscopica che stava nel calzino? Non lo so. Fatto sta che ieri, sabato, mi accorgo che al posto del gonfiore mi è venuto un livido, un ematoma, sull'alluce: non si vedono ferite o punture, ma vicino all'unghia c'è una chiazza rossa tondeggiante di 1 cm, e a lato lungo la falange dell'alluce c'è invece un ematoma filiforme color viola scuro di 2-3 cm. E ci sono anche adesso. Ora l'alluce non mi prude più e non mi fa sentire alcun dolore. Premesso che lunedì andrò dal medico curante per farmi vedere, cosa potrebbe essere? Il tetano appena contratto può presentarsi anche in questa maniera, dando questi sintomi? L'ultimo richiamo antitetanico è stato durante il militare, 12 anni fa.
Grazie, cordiali saluti.
Santo

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
a mio parere ha sicuramente una valida contusione oppure una onicocriptosi, ma tetano proprio no!!
Nel dubbio perche' non fa un salto al pronto soccorso...
Se fosse Tetano, domani potrebbe non raccontarlo a nessuno
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 591XXX

Grazie per la risposta Dottor Marino. No, una contusione la escluderei perchè sono sicuro al 100% di non aver sbattuto l'alluce da nessuna parte, ne' di aver avuto una distorsione, assolutamente. C'era dapprima un fastidiosissimo prurito e grande gonfiore, poi dopo 24 ore mi sono venuti i versamenti ematici, gli ematomi, uno rosso e uno viola-nero. E' veramente una cosa strana, mai vista. Per me è stata una cimice, o un acaro. Altrimenti quale sarebbe l'altra ipotesi da lei proposta? La onicocriptosi sarebbe..... l'unghia incarnita? Da quel poco che so il bacillo del tetano produce anche la tetanolisina, che è emolitica, quindi potrebbe pure essere..... Effettivamente ha ragionissima, Dottore, ho fatto una vera idiozia e sarei subito dovuto andare al P.S. ma ormai siamo a lunedì, domani pomeriggio vado dal medico curante. Vediamo un po' se è il caso di fare un nuovo richiamo per l'antitetanica, o anche le immunoglobuline o anche la penicillina. Io di richiami antitetanici nella vita ne ho fatti 4, l'ultimo 12 anni fa. Ho molto timore, so che il tetano è terribile come morbo e che ogni ora che passa può essere fatale......
Grazie, bè'.... speriamo di risentirci.
Santo

[#3] dopo  
Utente 591XXX

Salve Dottori. Il mio medico curante oggi ha escluso l'ipotesi contusione in quanto inverosimile rispetto alla descrizione, ha escluso l'unghia incarnita perchè tutta la sintomatologia è partita da un grosso ponfo pruriginoso sul polpastrello dell'alluce, e ha quindi optato per l'ipotesi puntura di insetto, non di spina o ago perchè venerdì scorso stavo immobile sul letto coi calzini quando è iniziato improvvisamente il prurito. Per quanto riguarda il misterioso insetto, ha ipotizzato una zecca o roba simile, nulla di alato. Diagnosi: ecchimosi. Risultato: debbo prestare attenzione a come mi sento nei prossimi giorni, tenere d'occhio le ecchimosi, vedere se mi viene la febbre, più la ricetta/prescrizione di alcune analisi da effettuare domani: emocromo PT PTT, proteine emogeniche, fibrinogeno. Vedremo.
Cordiali saluti.
Santo