Utente 142XXX
Salve ,essendo terribilmente spaventato come molti, dopo un comportamento sessuale scellerato e da definire a rischio vorrei avere alcuni chiarimenti su certe cose . Ho ricevuto un rapporto orale non protetto da una prostituta che mi ha anche graffiato durante una parziale stimolazione anale con l' unghia di un dito... Conoscendo i rischi legati al rapporto orale non protetto ( da alcuni considerati a basso rischio da altri meno e da altri remotissimi )di contrarre hiv ed epatite b vorrei comunque sapere se i piccolissimi graffi quasi invisibili da me riscontrati dopo vari giorni non per la perdita di sangue ma per un lieve fastidio ci sia il rischio di epatite c dal momento che per quello che ho capito con qualche ricerca il rischio per queste ultime vi è solo tra il contatto tra sangue e sangue....
Ultimo quesito che vi pongo come molti altri hanno gia fatto è sulla percentuale di attendibilità dei test a 60 giorni dal rapporto a rischio, è vero che per l hiv è vicina al 99% ?? So che parlare di percentuali non è il massimo ma vorrei sapere se per la vostra esperienza i casi che positivizzano oltre questo tempo sono da considerarsi "particolari" perchè tengono conto di altri fattori??? attendo urgente risposta vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

il rapporto orale non protetto è a basso rischio per chi lo riceve, poiché la saliva del soggetto attivo contiene una scarsa carica virale, il rischio può aumentare se la saliva contiene sangue proveniente da gengiviti a da ferite sanguinolente dell'interno della bocca; ad ogni buon conto, si tratta di un rischio assai più basso rispetto al rapporto anale e vaginale e rispetto al rapporto orale per chi lo effettua.

Non bisogna solo considerare il rischio da contagio di HIV, ma anche le altre malattie a trasmissione sessuale.

I test HIV praticati a 60 giorni hanno una sicurezza assai vicina al 100%.
Viene raccomandato un test a 30-40 giorni ed un secondo test a 90-100 giorni per avere una sicurezza del 100%.


Storia dell'AIDS
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=119197

modalità trasmissione HIV
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=58099

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 142XXX

Ringraziandola per la risposta approfitto della sua gentilezza per porle ancora qualche quesito:
1 esistono esami in grado di stabilire se sono o meno vaccinato per l epatite b dal momento che non lo ricordo ??
2 i graffi superficiali ma fastidiosi da me riscontrati nella zona anale(esterni non interni all ano ) causati da un unghia possono essere causa di contagio di qualche malattia ?
3 dopo quanto i test per le epatiti possono essere considerati abbastanza attendibili dal momento che se non ho capito male il periodo finestra arriva fino a 6 mesi ??e inoltre esistono esami piu specifici in grado di accorciare tale periodo ??? grazie

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
1) per sapere se è immune dall'epatite B, deve fare il dosaggio degli anticorpi HBsAb:

2) in teoria sì, se l'unghia è particolarmente sporca e portatrice di germi;

3) il periodo finestra delle epatite B e C è di 6 mesi e non vi sono esami che lo accorcino.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it