Utente 374XXX
Gentili dottori buongiorno a tutti. Ho eseguito diversi test hiv (solo anticorpi) precisamente uno al mese per un rapporto a rischio avvenuto 6 mesi fa, tutti negativi. L'ultimo test l'ho fatto esattamente a 180 giorni dal rapporto a rischio sempre negativo. Fin qui tutto bene. A 170 giorni dal rapporto a rischio ho iniziato una cura (data dal reumatologo) per la psioriasi artropatica che consiste in una iniezione di reumaflex 0,30 ml a settimana per i prossimi 3 mesi e poi di nuovo a visita dal reumatologo. Ora io credo che il reumaflex sia un immunodepressivo e quindi può alterare il sistema immunitario con la produzione ritardata di anticorpi. Sapendo che prima del test a 180 giorni ho fatto solo due punture di reumaflex, possono queste aver ritardato la produzione di anticorpi del virus hiv, per cui 180 giorni non bastano più e quindi devo ripetere il test ancora per non so quando?
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
il Metotrexate che lei sta assumendo alla dose di 15mg/sett, si comporta da immunomodulatore non da immunosoppressore.

I test HIV che ha fatto al ritmo di uno al mese per sei mesi le danno la certezza assoluta che lei è HIV SIERONEGATIVO!

Non è necessario eseguire altri test.
Archivi il capitolo HIV definitivamente.

Con simpatia.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 374XXX

Le sono estremamente grato per la risposta. Ma mi tolga un dubbio: immunomodulatore forse vuol dire che il reumaflex agisce controllando solo la produzione di quegli anticorpi che agiscono contro il corpo stesso e che sono la causa della mia malattia autoimmune psoriasi artropatica?
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Si grosso modo il concetto è quello.
Altrimenti lei sarebbe esposto a continue malattie infettive anche banali.

Sia tranquillo.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 374XXX

A questo punto non mi resta che ringraziarla e a risentirci per altri eventuali consulti.
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di niente! E' un piacere interloquire con pazienti garbati e gentili.
Cari saluti anche a lei!

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.