Utente 385XXX
Buongiorno ,gentili medici.
sono il padre di una bambina di 11anni e 1/2...la quale ha subito ,ieri, il morso di un topo(grosso,poi ucciso)mentre dormiva,all'orecchio e dei graffi sul naso.
A parte ,l'incredulità ed il ribrezzo ,per quello che la mia povera figlia ha subito,la preoccupazione mia e di mia moglie e' caduta,su quello che poteva accadere a nostra figlia in termini di infezioni.
Dunque andiamo in ospedale ,dove al reparto di malattie infettive ,ci tranquillizzano,dandoci per impossibili eventuali contagi e ci chiedono di verificare ,solo ,che fosse vaccinata per il tetano.
Purtroppo non avevamo con noi il libretto delle vaccinazioni;Quindi stamani ,ci siamo recati al centro ASL,dove hanno detto che il prossimo richiamo va fatto nel 2016 e che quindi e' "coperta"!!!
Chiedo a voi,se e' il caso di fare qualche accertamento sanitario o altro....tenendo presente ,che stiamo "solo" disinfettando la ferita e le stiamo applicando una crema antibiotica locale.
Certo di un vostro riscontro ,porgo ,

DISTINTI SALUTI.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
la "febbre da morso di ratto" è una evenienza statisticamente molto bassa in Italia, sostenuta da due agenti causali differenti, autolimitante e non mortale.

Tanto per completezza, anche se sono sicuro che sua figlia non la contrarrà.

In ogni caso il tempo di incubazione max è di circa 20 gg e il sintomo principale è la febbre.

La terapia con la "banale" penicillina abbrevia la malattia e previene le complicanze ma non è utile nè consigliabile in profilassi.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 385XXX

gentile Dottor Caldarola,grazie per aver risposto.
Quindi ,se ho capito bene e' abbastanza improbabile che possa contrarre questo tipo di infezione e questo ci rende più' sereni.
Mi piacerebbe pero' sapere,se coi sono altri tipi di contagio per questo tipo di avvenimento(es. LEPTOSPIROSI)e se converrebbe fare delle analisi del sangue,a breve per cercare di capire ,se non ci sono effettivamente infezioni in corso e se, si,quali esami cortesemente .sarebbero i più' appropriati.
Un ultima cosa,se non le dispiace,il pediatra di mia figlia,ha dato da prendere in concomitanza alla pomatina antibiotica locale,anche un antibiotico in sospensione(amoxicillina/acido clavulanico),vorrei sapere se e' appropriato alla situazione.

La ringrazio anticipatamente e le auguro una buona giornata.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non sono d'accordo con le terapie "preventive", se la ferita non è infetta in modo chiaro ed eclatante.
Si falsa il quadro clinico e "non si capisce poi più nulla"!
La leptospirosi si contagia con le urine non con il morso e le ridadisco che la probabilità di una Malattia da morso di ratto è estremamente bassa.

A mio parere non deve attualmente fare di più di quello che sta facendo: se dovesse comparire febbre entro il periodo di incubazione, associata ad altri sintomi clinici probativi, si provvederà ad instaurare una terapia a dosi piene con una beta lattamina protetta, un macrolide o una tetraciclina.

Non ci sono esami di routine indicativi di una infezione in atto, e sarebbe fuori luogo ricorrere a tecniche di III livello, come la PCR!

Le ho già assicurato che la malattia è autolimitante e comunque non mortale.

Sia sereno.

Buona giornata!

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 385XXX

La ringrazio della precisazione e la saluto cordialmente.