Utente 381XXX
Stamattina sono andata in un centro privato convenzionato con l'ospedale a fare le analisi del sangue .Finito il prelievo l'infermiera ha preso dalla bacinella reniforme una piccola garza quadrata che ho notato che aveva una macchia di sangue seppur piccola , il sangue era rosso intenso, non ho fatto in tempo a dir nulla che me l'ha premuta sulla ferita .Ora potrebbe essere che il sangue sia stato il mio magari uscito dalla provetta, anche se non capisco come ,visto che le provette hanno la chiusura a pressione. Comunque mettiamo il caso che fosse del precedente paziente, cosa plausibile visto che quando sono entrata a terra vi erano gocce di sangue, è possibile tramite il contatto tra sangue sul cotone della garza e sangue che fuoriusciva dalla mia ferita il rischio di contrarre epatiti e HIV? ?Mi scuso in anticipo , se risulto troppo apprensiva, recentemente ho scoperto di avere la sclerosi multipla e quindi vi è la paura di contrarre altre malattie, alla situazione ha assistito anche mia mamma che mi detto pure lei che la garza era sporca. Ringrazio in anticipo, per le risposte.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Premesso che il richio, nella effettiva eventualità di una garza usata, è pressoché nullo, forse le conveniva bloccare la prelevatrice e chiedere una garza pulita.
Comunque le ribadisco, sempre che il sangue non fosse il suo, che rischi particolari non ne corre.
Si tranquillizzi.
Cordialità
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 381XXX

Grazie mille per la risposta , gentili saluti. Buona giornata