Utente 827XXX
Gentilissimo dottor Masala,

Ho gia’ chiesto dei consulti, ed il Dott. Baraldi mi ha gentilmente risposto, tuttavia vorrei ricevere anche un suo parere, mi sarebbe di grande aiuto.

Sono molto preoccupato per il comportamento da me assunto lo scorso 22/09, nei fatti sono stato raggiunto da una prostituta nel mio appartamento (di nazionalita'cinese io lavoro) in Qatar, per fare del sesso.
Non abbiamo fatto del sesso con penetrazione e neanche sesso orale (sia attivo che passivo), invece ho solamente mastrurbato la donna nella zona clitoridea e poi ho proceduto alla mia masturbazione.
Rosicchiandomi le unghia ho sempre la pelle rovinata e quindi delle piccole ferite,una in particolare era alla base dell’ unghia dell’ indice ed abbastanza recente, la masturbazione è avvenuta solamente con le falangie sane, però successivamente preso dagli eventi mi sono masturbato con la stessa mano che in precedenza avevo usato per masturbare la donna.

Le domande che vorrei porle sono :-

1) Corro dei rischi con questa masturbazione esterna vaginale, no penetrazione con dita, ma piccole mancanze di pelle e piccola ferita causa rosicchiamento unghia.

2) Il fatto che abbia usato la mia mano, in precedenza usata per masturbare la donna, e successivamente per masturbare me stesso è rischioso, forse possibile contatto della mano con il glande.

Per la sua valutazione confermo che non ho fatto ne sesso orale che penetrazione di qualsiasi genere.

La ringrazio del suo aiuto e speriamo di ricevere risposta.

Saluti

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
La modalità da lei descritta non è a rischio HIV se la ferita sulla mano non era sanguinante.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 827XXX

Gentilisimo Dottor Masala,

La ferita sicuramente non era sanguinante a vista.
Ma lei intende sanguinante copiosamente tale da essere rilevata a vista oppure anche qualche piccolo taglietto con impercettibili punti di sangue scoperti.

La ringrazio e se puo' mi farebbe cosa gradita se mi rispondesse.

Saluti e grazie ancora.

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Ferite sanguinanti sono intese le ferite sanguinanti. Quindi il contatto che lei descrive non è a rischio HIV.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 827XXX

Egreio Dott. Masala,

Sulla base delle sue note cerco di assumere un comportamento razionale e di stare tranquillo ma allo stesso tempo mi sembra che a tre settimane dell' accaduto si presentano alcuni sintomi di una possibile siero conversione,sara' forse perche' leggo troppo in internet.
In particolare ho nella zona della trachea e mandibolare un leggero dolore ma non avverto linfonodi ingrossati in ogni caso so benissimo che da queste informazioni non puo' risolvermi il problema, ma allo stesso tempo mi da conforto fino quando potro' fare il test e sapere cosa ne sara' della mia vita.
Io sto programmando un test a 45 giorni dall' accaduto e quindi ad oggi mi restano 22 giorni prima di farlo, e' di vitale importanza farlo perche' non voglio far correre rischi a persone a me vicine, spero che possa riesaminare i miei primi consulti e magari darmi un consiglio ulteriore ed informazione per questi dolori che sento nella zona mandibolare e trachea.

Saluti e grazie
82756

[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente non ho consigli ulteriori da darle, ribadisco quanto ho detto nei precedenti consulti.
Marcello Masala MD

[#6] dopo  
Utente 827XXX


Grazie Dottore,

Lei ha perfettamente ragione, non ci sono cose da aggiungere, bisogna pensare razionalmente pensare che nella vita c'e' il male ma anche il bene e quindi vedere le cose con il giusto piglio, cerchero' di stare tranquillo e speriamo di riuscirci.
Siete formidabili e del vostro servizio ne dovrebbero parlare in televisione a titolo di esempio di cosa vuol dire un servizio pubblico.


Saluti
82756

[#7] dopo  
Utente 827XXX

Dott. Baraldi il prossimo 11 Novembre mi dovrò sottoporre a Test HIV a circa 50 giorni dall' accaduto, mi avete scritto che il tipo di comportamento non è da considerasi a rischio ma io ho una paura folle, anche perchè sono vittima di qualche spot di euruzione cutanea che va e viene e questo lo relaziono al rash,ho visto delle foto su internet e non ha nulla a che vedere con me ma sono troppo preso dalla paura, ho sempre misurato la temperatura e sono andato alla ricerca di linfonodi ingrossati ma non sono riuscito a capirci nulla, comunque sono preoccupatissimo.
Per procedura andrò in Bahrein a fare delle visite mediche per la conferma della residenza e se dovessi risultare positivo verrei rimpatriato in Italia, con tutti i problemi del caso, anche se la nota positiva comunque risiede che non ho avuto rapporti sessuali con mia moglie e quindi da questo punto di vista lei è salva.
Volevo sapere se qualche singolare spot di eruzione cutanea che appare e poi scompare nel giro di 10 minuti è possibile relazionarlo ad HIV.

Grazie aspetto la sua risposta con ansia.

Saluti e Grazie

[#8] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
No, non si può relazionare ad HIV ed i suoi sintomi sono del tutto aspecifici; ribadisco quanto le abbiamo detto sia io che il collega Masala, stia tranquillo , faccia il test e non pensi cose che non hanno motivo di essere
Un saluto

A. Baraldi

[#9] dopo  
Utente 827XXX

Dott.ri Baraldi/Masala, non sono riuscito a fare il test ed e' stato riprogrammato il prossimo lunedi 24/11, sfortunatamente sono sempre piu' preoccupato perche' non ho tutta una serie di segnali che mi fanno pensare ad una possibile infezione, da due giorni ho disturbi alla gamba destra tipo dolori, non capisco se sono muscolari o alle ossa comunque in corrispondenza della giunzione femore-bacino, ho letto che tra i sintomi ci sono dolori alle ossa ed ai muscoli, non accuso febbre la misuro tutti i giorni sublnguale ed e' a 36.7 e neanche lnfonodi ingrossati, pero mi spuntano dei puntini rossi sul petto tipo forungoletti, sempre su internet mi sembra di associarli al molluscus contagioso, ma e' possibile che questi sintomi possono essere legabili all' HIV, mi rendo conto che la paura e' alle stelle e spero che tutto questo che sto vivendo sia solo a causa del forte stress a cui sono sottoposto.
Datemi un ulteriore aiuto vi prego, se saro sieropositivo non so come affrontare la cosa in famiglia, comunque per me sarebbe una grande beffa ed allo stesso tempo qualcosa a cui non sono preparato e non so se la potro' gestire con il minimo di razionalita' che mi rimane.
I dolori alla gamba sono venuti all' improvviso e mi preoccupano tanto insieme ai gli spot cutanei.
Non so se potete darmi qualche consiglio vorrei che tutto finisse in un attimo.

saluti
82756






[#10] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Guardi, i suoi sintomi, come più volte detto, sono totalmente aspecifici e sicuramente da non mettersi in relazione con una malattia conclamata, che, anche in caso di sieropositività, si presenta dopo anni e non mesi. In conclusione faccia il test, ma stia tranquillo.
Un saluto

A. Baraldi

[#11] dopo  
Utente 827XXX

IL test e' risultato negativo a distanza di 62 dai fatti, inoltre potrei dirle che ho avuto un rapporto protetto con preservativo risalente a quasi 50 gg, cosa devo fare eseguire ulteriori test a 100 gg o posso considerare gli eventi chiusi.
Grazie e saluti
per tutto

82756

[#12] dopo  
Utente 827XXX

Gentilissimo dottor Baraldi sono terrorizzato perchè appena preso il risultato del test di terza generazione, valore di riferimento da 0-1 , valore indicato 0.32 e quindi dichiarato Negativo, accuso febbre a 38 e diarrea da due giorni, mi sono fatto vedere da un medico e mi ha trovato la gola arrossata e mi sta trattando con Augmentin.
Io sono spaventato perchè oltre a questo ho diarrea da due giorni.
I fatti per il quale io ho creduto di essere infettato dal virus lei li conosce, ma volevo aggiungere che il test si riferisce a distanze di 62 dal primo contatto e da un secondo rapporto protetto da preservativo 50 gg.
Il rapporto protetto lo è stato dall' inizio alla fine ma mi sono trovato a fine rapporto l' anello in gomma a mezza asta del pene e non fine alla base non vorrei che qualcosa sia andato storto.
La mia domanda è ma 50 circa sono sufficenti per scongiurare infezioni, mi risponda la prego.
Quello che sto passando mi sembra veramente una siero conversione.
saluti
82756

[#13] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Io le ho già spiegato che non c'è relazione tra i suoi sintomi e l'HIV; ha un test negativo al 50° giorno, ne faccio uno di conferma al 100° ma stia tranquillo.
Un saluto

A. Baraldi

[#14] dopo  
Utente 827XXX

Gentilissimo Dott. Baraldi

Domani avrò l' esito sono terrorizzato, continuo ad avere disturbi bruciore al palato e lingua non so se è candidosi ed i soliti disturbi di stomaco, domani le faro sapere e comunque vada grazie di tutto per tutto quello che ha fatto per me tramite le sue risposte che sono stte per me l' unica fonte per andare avanti fino ad adesso.(troverà lo stesso messaggio sull' altro mio consulto mi scusi parere dott. Masala).

Grazie di cuore

[#15] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Le ho già risposto sull'altro consulto
Un saluto

A. Baraldi