Utente 397XXX
Buongiorno dottore,

la sera del 25 ho avuto un rapporto con una donna appena conosciuta, premesso che non c'è stato alcun rapporto penetrativo di alcuna natura,

ad un certo punto lei si è messa un dito in bocca e mi ha umettato l'ano, non andando in profondità e per pochi secondi avvertivo appena appena la punta del dito,

che possibilità ci sono che possa avermi trasmesso l'hiv (ammesso che lei ce lo avesse)?


grazie mille

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
la modalità di contatto sessuale che descrive non la pone a rischio significativo di MST.
Saluti Cordiali,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 397XXX

Buongiorno dottore,

Grazie della risposta, nello specifico

Ho avuto i seguenti contatti con una donna appena conosciuta:

Masturbazione , nello specifico lei mentre si masturbava, mi ha toccato il glande o prepuzio, sicuramente il dito era bagnato di secrezioni (toccato per due tre secondi)

Si è messa in bocca un dito, e sicuramente pieno di saliva e mi ha massaggiato estenamente l ano e internamente appena accennato( tempo 5 7 secondi)

3 baci a stampo (labbra serrate sulla bocca)

Qualche morsetto leggero ( lei a me ) sul corpo
Mi ha leccato scroto e asta del pene (glande mai)

Qualche bacio sulla schiena (io a lei )
Siano stati due ore abbracciati lei di schiena a me, col mio glande appoggiato sulla sua schiena(esternamente)
Mentre i miei testicoli erano sicuramente a contatto con il suo sedere)

Gli ho un po strusciato le mie parti intime (non glande sempre esterno) sulle sue.

Posso aver rischiato HIV od epatite?
È possibile che nello strusciamento posso aver lesionato le mie parti intime e eventuali sue secrezioni si possano essere infiltrate?

Grazie

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
complimenti per la dettagliata descrizione del suo contatto sessuale.

Le confermo l'assenza del rischio di trasmissione di HIV ed Epatite.
Non è possibile altresì escludere il contagio di altre MST, (condilomatosi, mollusco contagioso), per cui se dovesse notare qualcosa di strano, come escrescenze, verruche ecc. sull'asta o a livello perineale ed anale, non esiti a rivolgersi ad un dermatologo per un consulto.

Arrivederci,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 397XXX

Grazie delle risposte, dottore e grazie. A lei, abuso della sua professionalità e gentilezza e le chiedo

non è possibile che nello strusciamento con scroto possa aver creato con questo movimento lesioni che poi hanno permesso entrata di secrezioni All interno?
Se sul dito oltre la saliva ci fosse stato qualche particella di sangue ( parlo del contatto superficiale come descritto dito ano)

Che quantitativo di secrezioni vaginali sarebbe sufficiente per avere una carica virale infettiva (nel passaggio vagina, dito glandr )

E se sul dito oltre a secrezioni vaginali, ci fosse stato particelle di sangue per o post mestruale (contatto di due secondi col glande)

Grazie scusate..della lunghezza dello scritto..ma la paura è infinita...

Inoltre visto schemi ha parlato di eventuali infezioni bteriche possibili, in quanto dovrebbero comparire se cosi fosse..
Grazie ancora e scusi del suo tenpo

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
lei ha posto lo stesso consulto in area dermatologica dove uno specialista le ha, a mia insaputa, detto che non corre alcun rischio.

La carica virale su un dito umettato di secrezioni vaginali o di saliva non è sufficiente a contagiarle nè l'HIV nè l'Epatite B.
Se tuttavia lei comincia a pensare ma, se, forse....non ci sarà medico che potrà toglierle dalla mente il dubbio di avere contratto l'HIV e l'HBV.
Per tale motivo, ribadendo con assoluta fermezza che a mio parere può tranquillizarsi, l'alternativa è eseguire il test per HIV 1 - 2 di IV generazione a 30 e 90 giorni dal contatto sessulae e la ricerca dell'HBsAg a 60 e 90 gg.
Questo deve deciderlo lei.
In quanto alle malattie virali che le ho citato per completezza, innanzitutto non sono mortali nè ovviamente la pongono a rischio di carcinoma del collo uterino, sono curabilissime e le ho citate per completezza, senza con questo affermare che le verranno.
Non le posso dare tempi di incubazione certi: le ho già detto e le ripeto che se dovesse verificare sulla pelle della zona genitale delle verruche o delle escrescenze deve recarsi da un dermatologo.
Spero di averle trasmesso con chiarezza il mio pensiero.
Saluti cordiali,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 397XXX

Chiarissimo dotto re grazie.

Sintetizzando lei mi parla di test soloper il mio stato ansiogeno non perché lo ritenga necessari di fronte a tale tipo di contatti?

Grazie ancora e scusi.

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Esatto!
Ci siamo finelmente capiti.
Saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 397XXX

Grazie dottore ultima domanda promesso.

Il contagio con questo tipo di contatii da me elencati, non ci sono precedenti in dottrina perche l HIV o l epatite non possono essere veicolati cosi giusto?

Non perche tali contatti che sono preliminari solitamente sono seguiti fa rapporti vaginali orali o anali non protetti e quindi la colpa viene fatta ricadere su questo ultimi, mentre questi contatti da me descritti che potrebbero veicolare non sono cosi classificati pericolosi perche non viaggiano mai soli ma di solito seguiti da altro?

Mi scusi per i giri di parole..ma spero di essermi spiegato...

Grazie mille

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile signore,
lei mi ha chiesto se rischia l'infezione da HIV ed HBV ed io le ho risposto che non la rischia.
Ora, non è obbligatorio che lei abbia fiducia in quello che dico io, dato che il mondo è pieno di infettivologi.
Se le ho risposto l'ho fatto in scienza e coscienza .
Con ciò la saluto,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#10] dopo  
Utente 397XXX

Grazie dottore,

Non volevo infastidirla, mi scuso se involontariamentel ho fatto.

In ultima analisi, se la secrezione vaginale fosse venuta a contatto con il metuo urinario, la sua valutazione sui rischì, relativi al contatto sopra descritto, cambierebbe?

Mille grazie per l ennesima risposta..

[#11] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Signore,
quando esamino la richiesta di consulto, considero tutte le possibilità prima di rispondere.
Non vi è bisogno che, un paziente psicologicamente equilibrato, cerchi di porre alla mia attenzione particolari che, secondo lui, potrebbero essermi sfuggiti.
Quindi la risposta la deduca da solo.
Buon 2016,
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.