Utente 426XXX
Gentile dottori, vi scrivo per chiedervi informazioni per quanto riguarda la trasmissione dell' hiv. sono un ragazzo di 23 anni e ho sempre fatto sesso(con il preservativo) con donne; da circa 2 mesi ho iniziato una frequentazione con un compagno(maschio) dell' università, da premettere che lo '' conosco'' da anni, frequentavamo lo stesso corso, ci confrontavamo per gli esami, insomma NON era uno sconosciuto. durante questi 2 mesi ci sono stati dei rapporti intimi, nello specifico: baci, masturbazione avvicenda e fellatio senza preservativo(lui la praticava a me, nel senso che lui metteva la bocca sul mio pene), non c' è mai stato un rapporto anale. POI sono accadute delle cose strane: 1) il mio glande ha iniziato a desquamarsi(solo il mio, il suo no). mi sono recato dal medico di medicina di base e mi ha tranquillizzato dicendomi che si trattasse di candida, la situazione subito si è risolta, ancora prima di finire la terapia( un sapone e tre compresse). prima di iniziare la terapia ho fatto anche un tampone, che successivamente ha confermato la diagnosi del medico. finiti i 3 giorni di terapia, visto che non avevo più sintomi, ho ripreso le attività sessuali con il mio compagno. 2) il mio compagno ha iniziato a farmi l' elenco di tutti i ragazzi con cui è stato, penso siamo 100 persone( e la cosa ancora più sconvolgente è il modo di approcciare: ci si ferma in determinate zone e si aspetta il primo ragazzo che passa, insomma proprio come le prostitute).
insomma visto la candida e la promiscuità del mio compagno ho paura che mi abbia potuto trasmettere qualcosa di più grave (hiv nello specifico), la paura nasce anche dal fatto che 3 giorni prima dell' ultima fellatio ho fatto il tampone( il cotton fioc ha potuto rompere la mucosa e rende possibile il passaggio del virus presente nella sua bocca?), sto nel panico. su vari siti leggo che il rapporto orale subito non è a rischio, resta tale anche con la candida? resta tale anche con un '' danno'' da cotton fioc? ho fatto subito un test hiv 4 generazione ed è negativo, ora dovrei aspettare 3 mesi dall' ultima fellatio e l' attesa mi uccide. vi ringrazio per l' attenzione.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La fellatio insertiva non protetta è un rapporto sessuale a rischio a tutti gli effetti.
Può trasmettere tutte le MST sifilide compresa.
Per quanto riguarda l'HIV, nonostante le rassicurazioni delle varie associazioni Onlus sulla impossibilità di trasmissione, il Ministero della Salute, organo ufficiale della Repubblica Italiana in tema di Sanità, non ha emesso alcuna direttiva chiara e cogente in cui si affermi che "il rischio di trasmissione dell'HIV con la fellatio insertiva non esiste"e credo che non potrà mai emetterlo.
Ciò è emerso da un rapporto espistolare (via email) con la Dott. ssa Luzi dell'ISS che prima mi ha risposto evasivamente, dicendo che avrebbe fatto presente la quaestio al Ministro Lorenzin e poi si è dileguata.
Tanto premesso il rischio è basso ma non è zero per HIV.
Per cui in scienza e coscienza io le consiglio di rifare il test a 90gg, perchè per legge dello Stato è quello da considerarsi definitivo, anche ai fini medico - legali, fino a quando non ci saranno nuove disposizioni su un accorciamento del periodo finestra aventi forza di legge.
A sua consolazione le posso dire che il test di IV generazione a 30 gg ha un'attendibilità oscillante fra il 95 - 97%.
Per HBV se è vaccinato non corre rischi di contagio. Diversamente dovrà ricercare l'HBsAg e l'HBsAb a 30gg e a 60 gg.
A sessanta giorni faccia anche la sierologia per la Sifilide (VDRL e TPHA).

Se dovessero comparire escrescenze o ulcere sull'asta o nella regione pubo - perineale, scolo uretrale, dovrà consultarsi con il dermatologo curante per ricercare la Chlamydia, il Mycoplasma e il Gonococco.
Questo è quanto le consiglio in scienza e coscienza: ovviamente lei è libero di sentire altri pareri o di affidarsi ad un centro per le MST della sua città.
Faccia sapere se vuole.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 426XXX

la ringrazio tanto, è stato gentilissimo e chiarissimo. la situazione si è un pò aggiornata: il mio amico ha fatto un test hiv 4 generazione con esito negativo, questo mi ha tranquillizzato abbastanza, ma sicuramente ripeterò gli esami nei tempi che lei mi ha indicato.
Ne approfitto per chiederle un' altra cosa: ma la sifilide si può trasmettere anche in assenza del sifiloma? si può trasmettere con i baci?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Se vi è un sifiloma in bocca certo che si può trasmettere con i baci.
Idem se il parner è nello stato florido della Sifilide secondaria.
Ma perchè pensare sempre al peggio?!
Un pò di ottimismo non fa mai male.....
;-)

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 426XXX

si sono entrato nell'ottica dell' ottimismo dopo aver letto negativo al test hiv( soprattutto per quello del mio amico), grazie ancora. l' ho sentita vicino, anche se è consulto on line. buon lavoro.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.