Utente cancellato
Buonasera gentili specialisti,

apro questo consulto perché vorrei sapere quali sono i test per verificare se in passato si è preso il virus della tubercolosi.
In particolare mi incuriosiva sapere se si può evitare una RX toracia ed è sufficiente un test negativo di mantoux, se esistono esami del sangue alternativi, o se insomma, è obbligatoria una rx per verificare se vi è un compleso primario calcificato.

Grazie per le delucidazioni.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
oltre alla intradermoreazione di Mantoux, che mantiene intatta la sua validità, eistono tre test a rilascio di Interferone gamma (Igra) :
1) il quantiferon-Tb Gold (Qtf-2G)
2)il quantiferon-Tb Gold In-Tube (Qtf-3g) non ancora in commercio in Italia e in Europa.
3)T-Spot-Tb.
Tutti hanno dei vantaggi e tutti hanno delle limitazioni.
Uno studio Giapponese ha rilevato l'ottima performance del Tb-Spot-Tb.
In ogni caso, la parola definitiva sulla esistenza di un focolaio attivo o di un focolaio primario calcificato non può essere fatta, in caso di risultato positivo o indeterminato, senza il ricorso a una buona RX del Torace in 2P, che non è la fine del mondo.
Una Mantoux negativa, in assenza di contatti a rischio e di immunodepressione primitiva o secondaria, è indice che il contatto con il M. Tubercolosis non è avvenuto e può esimere dalla RX torace.
Ma deve essere fatta ad arte e deve essere letta bene.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
428254

dal 2016
La ringrazio.
La mia era più che altro una curiosità più che una reale necessità riguardo a calcificazione in passato.

La domanda invece vera e propria è questa: sono entrato in contatto con una persona affetta da TBC (non so di che tipo di TBC), è la ragazza di un mio amico, Mongola, a cui dopo fenomeno di febbre è stata diagnosticata TBC e le sono stati somministrati antibiotici.
Non so se fosse portatrice da tempo o perché questa estate è andata in vacanza in Mongolia e se la sia presa.
Sta di fatto che 4 volte ho avuto contatti con questa persona (ospite a casa) circa 2 mesi fa.

Che test dovrei fare?
Dopodomani andrò dal medico curante, il fatto è che son stato all'estero fino a due giorni fa per lavoro e solo ora dopo l'epoca del contatto torno in Italia.

Grazie per l'aiuto

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
E' improbabile che la sua amica le abbia potuto trasmettere la TBC se portatrice di una forma chiusa, quale sicuramente è.
Tuttavia la strada più semplice per tranquillizzarsi è di fare una Mantoux e leggerla dopo tre giorni: se positiva si potrà ptendere in considerazione una RX del torace ed una eventuale profilassi con Isoniazide a dosaggi e per tempi adeguati.
Si ricordi che la lettura della Mantoux va effettuata valutando il diametro della papula che si forma e non l'alone di eritema, se positiva.
Ma queste cose nelle ASL sono ben note.
E tenga conto che se lei ha fatto il vaccino BCG è ovvio che la Mantoux risulterà positiva.
Personalmente quando mi sono iscritto a Medicina, dove era obbligatoria la Mantoux, ho avuto una reazione molto violenta a livello dermatologico ma la RX non mostrava lesioni in atto.
Sono stato dispensato dall'obbligo del vaccino e per il momento non credo di fare la fine di Violetta nella "Traviata"!
:-D

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
428254

dal 2016
La ringrazio Dottore, in sostanza la montoux negativa mi assicurerebbe e sarebbe sufficiente per diagnosticare un'assenza di TBC, giusto?

Grazie ancora.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Una Mantoux negativa indica che non è venuto mai in contatto con il Mycobacterium Tubercolosis.
Ci siamo intesi perfettamente.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
428254

dal 2016
Grazie mille dottore.

È stato gentile e anche ha sdrammatizzato facendomi sorridere pur avendo avuto tutte le risposte. Non è dote da poco l'aspetto comunicativo.

Buon lavoro!!

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
:-)
Buona serata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.