Utente 454XXX
Buongiorno. In questi giorni mio marito é stato ricoverato per una severa sofferenza epatica. Risulta una epatite b acuta. Oggi ritirero' i miei esami.qual ora non avessi contratto il virus posso sottopormi immediatamente a vaccinazione ? I pareri tra medico di base e medico ospedaliero sono discordanti in merito.il secondo ritiene debba ripetere esami tra tre mesi prima di effettuare vaccino.grazie anticipatamente

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
sarebbe opportuno che lei si sottoponesse, nella stessa seduta, alla profilassi passiva con IgG anti HBV e la somministrazione del Vaccino anti HBV, ovviamente in sedi diverse.
In tal modo sarà immediatamente coperta dalle Immunoglobuline specifiche ed elaborerà una sua risposta immune contro l'HBsAg.
Ovviamente la schedula vaccinale andrà completata con il richiamo a un mese e poi a sei mesi.
Che cosa vuole aspettare il suo medico di base? Che venga l'epatite B anche a Lei?
Buon 2017 e in bocca al lupo per suo marito.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 454XXX

Dottore la ringrazio per la solerte risposta. Ho appena ritirato esami. Glieli riporto.
Antigene HBs Assente
Anticorpi anti HBsAg 0,2 pos:>10
Anticorpi anri HBcAg IgM Assente
Antigene HBe Assente
Anticorpi Anti HBeAg Assente
Bilirubina totale 0,51 (0,10_1.20)
bilirubina coniugata 0,22 (<0,50)
Bilirubina libera 0,29 (0,00_0,95)
GGT 21 (9_36)
AST 15 (5_34)
ALT 13 (0_55)
questi esiti gli ho mostrati poco fa al medico dell ospedale dove sta ricoverato mio marito, il quale mi dice essere perfetti e mi ribadisce che devo ripeterli tra 3 mesi e in base ai risultati fare il vaccino o ripeterli ancora dopo altri tre mesi, questo poiché ora mi troverei in una fase definita di finestra.
Il mio medico di base e anche la biologa del laboratorio mi dicono di fare subito il vaccino.
Io mi trovo spaventata e intimorita sul da farsi.
Non nutro particolare timore di essere stata contaggiata poiché non abbiamo rapporti sessuali da due anni ma condividiamo la stessa casa lo stesso bagno con relative pinzette per i peli ,rasoio talvolta usato da lui per la barba e dopo io per le ascelle... Insomma il rischio é minimo ma non assente.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
tagliamo la testa al toro: tra 15 gg faccia la ricerca dell'HBV DNA con metodica PCR di tipo QUALITATIVO: se il test risulterà negativo proceda immediatamente con la somministrazione del vaccino contenente l'HBs Ag applicando la schedula vaccinale "rapida" che prevede una somministrazione basale, la seconda dopo 7 gg, la terza dopo 21gg e il richiamo a 12 mesi dalla somministrazione basale.
Il test consigliato fornisce la conferma inequivocabile che lei non è stata contagiata e l'immunità viene indotta rapidamente .
Questo il mio consiglio. Non senta troppi Medici: anche tra noi ci sono gli interventisti e gli attendisti: credo che si sia capito da che parte sono "schierato".

Auguri,
Dott. Caldarola.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 454XXX

Dottor Caldarola ancora la ringrazio.
Io nella vita sono un'interventista e prima ancora di aver letto la sua ultima replica avevo già fatto la prima dose di Engerix b con l'intenzione di applicare schedula rapida. Le chiedo se abbia lo stesso senso fare il test che mi ha consigliato o viene vanificato dal vaccino? Eventualmente mi consigli in che termini e il nome per valutare la risposta anticorpale al vaccino. La ringrazio infinitamente. Buon anno.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
se vuole, per sua tranquillità, può procedere alla ricerca quantitativa dell'HBV DNA.
Il vaccino non influenza minimamente questo test.
Nel frattempo continui con la somministrazione dell'Engerix B secondo la schedula per la sieroconversione rapida e, stante la negatività del test NAT, dopo 45 gg dalla dose 0 può effettuare il dosaggio dell'HBs Ab, per valutare la sieroconversione.
Se vuole mi faccia sapere.
Buon anno anche a lei,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.