Utente 433XXX
Salva, premetto che questo periodo sono molto ipocondriaca per colpa dello stress e cose negative a me successe. Ho lo stress dell università e altri problemi famigliari. Comunque a parte questo sfogo, volevo chiedere un parere.. Allora ho dei linfonodi ingrossati sul collo e inguine e il dottore mi ha consigliato di andare dall'ematologo. Intanto l ecografie le ho già fatte e sono linfonodi piccoli e reattivi nulla di grave. Ora il mio dubbio è di avere l'hiv perché leggendo su internet, ho letto che l ingrossamento dei nodi sono dovuti all'HIV. Io ho avuto il mio ultimo rapporto nel 2010 e il mio ex dice di aver donato il sangue a suo zio per urgenza. Poi nel 2015 ho avuto un rapporto orale fatto da me femmina a lui e è durato 2 secondi perché ho smesso subito e non è nemmeno venuto.. Secondo lei cosa ne pensa? Sono passati 7 anni e raramente ho la febbre.
Mi sta salendo molta ansia.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
la sua storia clinica parla molto chiaro in favore di un grave disturbo ossessivo - compulsivo.
I suoi linfonodi io non li ho palpati, le sue ecografie non le ho viste, perchè il suo medico voglia mandarla dall'Ematologo non lo so.
Linfonodi rettivi possono riconoscere miriadi di cause, anche banali, e l'ultima a cui si va a pensare è l'infezione da HIV.
Comunque se il suo dubbio è questo si risolve in pochi giorni: faccia IN LABORATORIO il test HIV di IV generazione (detto anche combo, Test Ag/Ab, test HIVp24) e se risulterà negativo lo consideri come certo e definitivo.
E provveda poi a curare la sua "ipocondria" che a me pare la sua unica, vera, seria malattia.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Da quel che ha scritto sembra poco probabile che io abbia l'hiv comunque il medico me l ha consigliato per vedere se ho la leucemia, cosa improbabile mi ha detto il dottore..giusto per scrupolo. Comunque ha perfettamente ragione infatti più che Aids o Hiv, sono più preoccupata della mia ipocondria perchè una volta risolto il problema se ho l'Hiv o meno (cosa a mio parere improbabile) mi spunterà qualche altro problema perchè è da mesi che mi faccio visite e non ho mai niente di grave. E sono abbastanza stanca. E' inutile mettersi l'ansia addosso, la vita è imprevedibile e non bisogna prenderla troppo sul serio. A parte questa frase profonda, la ringrazio mille dei consigli. Comunque è da molto che vorrei donare e quindi di conseguenza me lo faranno il test. Quando deciderò di donare (se avrò il coraggio, perchè mi fa un pò di senso vedere un ago sulla mia pelle, potrò scoprire se ho l'hiv) :D Nel frattempo voglio curare la mia mente.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Benissimo Signora,
mi pare una scelta molto saggia.
Per valutare se lei sia leucemica basta un emocromo che si fa in 10 min e il cui risultato si ottiene in giornata, si tolga il tarlo dell'HIV e poi concretizzi il suo progetto di curare la sua mente, preferibilmente con farmaci adatti in prima battuta e quando starà meglio con un percorso psicoterapeutico che sarà ancora più rapido e fruttuoso di quanto possa esserlo attualmente.
Cari saluti e buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.