Utente 441XXX
Salve, sono una ragazza di 22 anni.
Chiedo un consulto a causa di eventi recenti che stanno avvenendo negli ultimi anni e che hanno destato la mia preoccupazione preoccupazione.
Sei anni fa mi recai all'ospedale a causa di una cisti all'ovaio di 5cm. Nonostante fossi vergine mi venne effettuata un'ecografia trans-vaginale, interrotta a causa del dolore riscontrato dovuto alla presenza dell'imene (non vi fu però né rottura né sanguinamento). La dottoressa che effettuò l'ecografia non coprì lo strumento con alcuna precauzione né lo disinfettò con alcun liquido, applicò unicamente il gel ecografico. Al tempo ero poco più che una ragazzina e pensai che la procedura fosse normale, solo di recente ho scoperto che si trattò di una grave carenza da parte del medico e ho iniziato ad aver timore di aver contratto HIV.
Negli anni successivi a quest'evento non ho avuto alcun problema di salute ad eccezione di:
- Anno 2015: infezione della cute da Stafilococco Aureo. La suddetta ha colpito tutti i membri della mia famiglia, presentandosi con un unico ascesso cutaneo di grandi dimensioni più febbre e nel loro caso è regredita con la somministrazione di un antibiotico. Nel mio caso non vi è stata febbre e gli ascessi si presentavano in dimensioni minori (credevo fosse acne, avendone sempre avuto sulla schiena) e di conseguenza non ho curato l'infezione fino a che non mi è comparso un ascesso di 3 cm in zona pelvica, regredito in 2-3 settimane con la terapia antibiotica. Dopo aver preso l'antibiotico gli ascessi non si sono mai più ripresentati.
- Anno 2016: herpes labiale ricorrente, si è presentato 4 volte in un anno, mentre solitamente si presentava al massimo una volta l'anno. L'herpes è fortunatamente di piccole dimensioni e regredisce nel giro di 2-3 giorni anche senza numerosi trattamenti topici (applico Aciclovir mattina e sera).
Mi è stato detto che, poiché coincide con le mestruazioni, è dovuto ai problemi di squilibrio ormonale che ho sempre avuto.
Tuttavia, dopo aver scoperto il rischio corso durante quell'ecografia non ne sono più molto sicura.
Herpes a parte, non contraggo un'influenza da anni, fatta eccezione di qualche raffreddore e non ho alcun altro sintomo di malattia. Ho eseguito diverse analisi del sangue per il controllo ormonale e ne è risultato solo un eccesso di progesterone. Nessun problema a carico della tiroide, emocromo e protidogramma in ordine.
Credete che l'herpes possa essere un campanello d'allarme di un'infezione di HIV? Dovrei comunque fare il test? Sono molto spaventata.
Grazie dell'attenzione.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
gentile Utente,
delle due l'una: o lei sta inventando un problema che non esiste o è capitata nelle mani di una ciarlatana.
Tertium non datur.
Purtroppo di ciarlatani in giro ce ne sono ma non credo che arrivino al punto di non proteggere la sonda ecografica TVG.
Mi pare strano anche l'esecuzione di una eco TV in una vergine! Mah!
Comunque mi pare di aver capito che il suo dubbio è di essere HIV sieropositiva: in questi casi è inutile menare il can per l'aia....Faccia un test HIV I-II di IV generazione e se sarà negativo ponga allontani dalla sua mente per sempre questo timore.
Carisssimi saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 441XXX

Innanzitutto la ringrazio per la risposta, dottore.
Mi piacerebbe aver inventato l'evento, mi creda.
Dunque lei crede che un contagio possa essere eventualmente possibile?
Farò il test e incrocerò le dita.
Grazie e buona serata.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Non lo credo.
Ma per togliersi ogni dubbio faccia il test.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.