Utente 445XXX
Salve,
Sono in un momento abbastanza critico. Arrivo al sodo perché è quello che alla fine conta. Ho diversi questiti da porre e cerco di farlo nella stessa domanda. Ho la fobia di prendere in qualsiasi modo le malattie Hiv e epatite c. Da poco la mia ragazza è risultata positiva all'epatite c con gli esami normali del sangue con metodo E. I. A. Ripetuti in due giorni 3 volte di cui 2 nella stessa struttura con due prelievi e uno in un altra struttura com un prelievo. È risultato che gli anticorpi del virus epatite c erano presenti. Ha immediatamente fatto il test RNA ed è risultato negativo, sta aspettando i risultati di un ulteriore test di verifica (riba). Questo cosa significa? Volevo aggiungere che lo stesso giorno ho fatto anche io le analisi e sono risultato negativo in entrambi (hiv/ epatite c). Posso in qualche modo avere l'epatite senza che si veda ancora nelle analisi? Stiamo insieme da più di un anno e mezzo e abbiamo sempre avuto rapporti non protetti. Un altra perplessità è la seguente: oggi, come normalmente faccio mi sono recato in palestra e mi sono tagliato con un manubrio di peso nel polso, un piccolo taglietto, tant'è che me ne sono accorto dopo quando ho visto una goccia di sangue già "condensato" sopra. Appena accorto, ho immediatamente chiesto acqua ossigenata e ho disinfettato ed è diventato bianco come quando reagisce l'acqua ossigenata. Successivamente ho messo sopra sfregando con un pezzo di carta (scottex) dell'amichina gel che ha pizzicato leggermente. La mia domanda è: è possibile che mi sia preso hiv o epatite c? Se nel manubrio ci fosse stato un po' di sangue di qualcuno che aimè si è tagliato come ho fatto io? (Il taglio che mi sono fatto è piccolo, in lungo penso 3 millimetri...)
Vi ringrazio in anticipo. Senza il vostro aiuto e supporto non ce la farei...

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
1) l'epatite da HCV non è considerata trasmissibile per via sessuale.
2) La sua ragazza, se ha fatto un HCV RNA qualitativo risultato negativo, non ha bisogno di fare nessun RIBA test: non ha l'epatite C, ha avuto contatto con il virus e l'ha sconfitto. Il mito che il 100% delle Epatiti da HCV cronicizzino è appunto tale.
3) L'episodio occorso con il manubrio non la pone a rischio di nulla: non si può vivere in una camera sterile.
4)Credo che l'unico vero aiuto possa verire, alla sua situazione che mi pare molto seria, da un ottimo psichiatra che le curi questa "patofobia" ormai ingestibile e che le rovina la vita.
Penso di aver risposto a tutti i punti contenuti nella richiesta di consulto.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 445XXX

Grazie mille per la risposta Dottore Caldarola, sono in un periodo buio dove non vedo vie di uscita. Mi preoccupo per qualsiasi cosa io faccia. È possibile che la mia ragazza avendo preso e sconfitto l'epatite c, possa averla presa e sconfitta nel periodo che stava già con me (1 anno e 7 mesi) e nel frattempo che i suoi anticorpi reagivano me l'abbia presa io? Io risulto negativo al test EIA quindi non ho gli anticorpi, ma è possibile che magari io l'abbia presa con l'ultimo rapporto avvenuto con lei (so che il rischio tramite rapporti sessuali è basso ma non inesistente) e che ancora non risulti nelle analisi? Sono molto preoccupato

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
ampi studi infettivologici e statistici hanno dimostrato che il rischio di trasmissione sessuale dell'HCV è talmente basso da non spingere la coppia a variare le modalità dei propri rapporti sessuali.
Nulla è certo in questa vita terrena: anche camminando per strada le può cadere un vaso fiorito in testa, da un balcone, ma lei non va in giro - spero -con il casco dei pompieri.
Le rinnovo caldamente l'invito a contattare al più presto un bravo Psichiatra: lei ha molto bisogno di cure. Non esce da solo dal suo vicolo cieco.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 445XXX

Grazie mille Dottore, seguirò i suoi consigli.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Buona Pasqua!
Dott. Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 445XXX

Grazie, buona Pasqua anche a lei Dottore

[#7] dopo  
Utente 445XXX

Buonasera Dottore, vorrei togliermi dei dubbi. Quando una persona risolulta negativa al test RNA, è ancora contagiosa dopo o ha eliminato al 100% il virus e non può trasmetterlo? Ha la possibilità di avere una ricaduta (leggicchiando qua e la ho visto di casi con ricadute di epatite c con RNA negativo). Si devono effettuare controlli periodici?.
Grazie mille in anticipo

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Buonasera,
se non ha fatto terapia lo ha eliminato definitivamente con il suo sistema immunitario.
Stia tranquillo.
Buona Pasqua!
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#9] dopo  
Utente 445XXX

Grazie mille Dottore

[#10] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.