Utente 454XXX
Salve, ringrazio in anticipo a chi mi risponderà. Sono una giovane ragazza di 22 anni. Ancora vergine siccome non ho avuto rapporti vaginali. Ma ho avuto alcuni rapporti anali con i miei precedenti fidanzati e anche sesso orale. Purtroppo rapporti in protetti. Ho questa grande paura di avere l'HIV che non riesco a prendere sonno la notte. Ho avuto veramente pochi partner che non superano la decina ma ho davvero paura. Sono mussulmana e non posso andare apertamente a fare un test del HIV per capire se sono infetta o no perché rischierei serie conseguenze dai miei genitori. Volevo chiedere se posso andare a fare un esame del sangue e se con i risultati il mio medico può stabilire se sono infetta o no (visto che i rapporti si sono verificati più di 4 mesi fa. Ho veramente molta paura e sono sola al 100% volevo chiedere appunto se con un semplice test del sangue o con degli esami del sangue più profondi, il mio medico con quei risultati possa capire se sono infetta. Vi ringrazio in anticipo. Grazie mille del aiuto perché sono veramente disperata.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signorina,
purtroppo non esistono esami di sangue che possano darle la certezza di essere HIV negativa.
L'unico è il test HIV I - II di IV generazione fatto a 40 gg dall'ultimo rapporto a rischio e da considerarsi definitivo.
Il fatto che lei sia Mussulmana non le ha impedito di avere rapporti sessuali non protetti e da quanto afferma almeno 10 partner.
Credo che questo sia vietato dalla sua religione, mi corregga se sbaglio.
Quindi vada in un laboratorio anche privato di una città vicina alla sua e faccia il test che non costa più di 50 EUR.
Il laboratorio è tenuto per legge a mantenere segreto il suo test e a non rivelarlo a nessuno se lei è maggiorenne perchè se non lo fa il Respinsabile è penalmente perseguibile.
E' tutto quello che posso consigliarle.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 454XXX

La ringrazio innanzitutto della risposta, volevo aggiungere che non si sbaglia del tutto sul fatto che io in quanto musulmana non possa avere rapporti sessuali, detto questo le dico che anche nella vostra religione, ossia quella cristiana siano vietati i rapporto pre matrimoniali per non parlare dei figli avuti al di fuori del matrimonio, o anche di quanto sia visto male il divorzio, che sono tutte cose vietate dalla vostra religione ma che puntualmente fate nella vostra comunità come appunto vedo nella vita di tutti i giorni coppie con figli non sposate ecc. con questo concludo dicendo che le ho chiesto solamente un parere medico e che quindi non siamo qui a parlare della mia religione e di cosa sia proibito o non proibito fare. Grazie in ogni caso della risposta.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
le sia BEN CHIARO: un Medico non esprime giudizi etici sui comportamenti dei propri pazienti, qualunque credo religioso professino.
Quindi mi pare che la sua osservazione esuli completamente dalla domanda che mi ha posta.
Io le ho fatto solo notare che se è stata capace, come lei dice, di gestire 10 partners senza che i suoi genitori la cacciassero di casa, a maggior ragione può gestire un HIV test con estrema facilità.
Evidentemente lei ha travisato le mie parole, che la prego di leggere con attenzione la prossima volta.
Della sua condotta sessuale come delle condotte sessuali di Cattolici, Luterani, Buddisti e di persone appartenenti a qualunque religione a me non interessa assolutamente nulla.
Se lei non è capace di afferrare un concetto così elementare come quello espresso in replica #1 e ripreso in questo post sono problemi suoi non miei.
Ha fatto una annotazione completamente inutile.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.