Utente 390XXX
Buongiorno, vi scrivo perché ho dei dubbi in merito all'ultimo rapporto sessuale che ho avuto.
Brevemente vi espongo la situazione. Ho consumato un rapporto sessuale il 29 luglio 2017 in cui ho praticato una fellatio ad un ragazzo che, inaspettatamente, ha concluso nella mia bocca. Ho subito sputato il tutto, sebbene lui mi avesse più volte detto di essere sano (glielo chiesi io più di una volta). Il ragazzo non lo conosco e quindi è evidente che si tratta solo della sua parola.
Mi sono allarmato, e tutt'ora lo sono, perché dalla sera del 30 luglio (vale a dire poco dopo 24 ore dal rapporto orale a rischio) ho mal di gola. Mi è stato detto al Centro HIV che sicuramente dipende da altri fattori, e penso sia così dal momento che visto il caldo, sono stato con aria condizionata dopo essere un pò accaldato/sudato.
Oggi, 1 agosto, mi sono recato a un centro HIV per avere informazioni. Come immaginavo mi hanno detto di fare il test almeno a metà settembre.
Quello che vorrei chiedervi sono tre cose:
1) come devo comportarmi da qui al momento del test, a quali sintomi devo prestare attenzione da ora al giorno del test?
2) il mal di gola può essere dovuto ad altre malattie sessuali contratte in quell'episodio? (nel caso quali e come dovrei fare i test)
3) a livello probabilistico, sebbene ciò che ho fatto può essere definito ad alto rischio, quanto è probabile che abbia contratto il virus se l'ho sputato dopo meno di 5 secondi dalla fuoriuscita?
Ho anche un ragazzo stabile, e oltre ad essere terribilmente dispiaciuto per quello che ho fatto (è stata la prima volta e non so neanche io perché l'ho fatto) ho paura di contagiarlo a mia volta. Ho letto che la saliva e i baci non sono affatto a rischio però, siccome tra pochi giorni partiremo insieme, è verosimile che si consumeranno dei rapporti. Io appena avrò occasione, prima della partenza confesserò tutto, sia per il tradimento sia perché non voglio assolutamente contagiarlo. Nel caso, quali pratiche potrò fare con il mio ragazzo che è siero negativo?
Oltre al mal di gola non avverto alcun sintomo e mi sento bene.
Vi ringrazio per la risposta e mi scuso per questo consulto che, con il senno del poi, mi sarei potuto risparmiare. Purtroppo ho sbagliato.
Buona giornata

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
il rapporto oro - genitale che ha consumato è a rischio molto alto per tutte le MST.
Non esiste l'HIV soltanto: esiste una serie di malattie che potenzialmente potrebbe aver contratto.
La sifilide per esempio o l'HPV.
Sono convinto anche io che il mal di gola non abbia relazione con la fellatio praticata: nè che ci sia un elenco di sintomi sistemici ai quali dovrà porre attenzione fino al test.
Ponga attenzione piuttosto ad ulcere, escrescenze, eruzioni cutanee in sede genitale, perineale ed anale.
Ovviamente la questione del partner la dovrà affrontare per suo conto.
Il test per HIV I-II di IV generazione va fatto a 40 gg dall'evento a rischio e va considerato definitivo.
Lo screening per la sifilide potrà effettuarlo insieme al test HIV (VDRL o TPHA).
In ogni caso io le consiglio di affidarsi ad un centro per MST della sua città, oppure ad un Infettivologo di sua fiducia che la possano seguire nel percorso diagnostico.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 390XXX

Grazie dott. Caldarola anzitutto per la risposta così rapida. Non me l'aspettavo.
Mi sono rivolto, e continuerò a farlo, al centro di un Policlinico universitario di Roma, pensa vada bene?
Il test per la sifilide quindi basta che lo richiedo quando a settembre farò il test HIV?
Certo che sarà dura fino a settembre in questo limbo...
Mi scusi sono molto preoccupato.
La ringrazio per la risposta, buona giornata

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
il centro che ha scelto va molto bene.
I test tuttavia dovrebbero indicarglieli i colleghi e non io.
Il limbo è stato riconosciuto essere una stupidaggine per la quale la Chiesa Cattolica Apostolica Romana ha chiesto scusa a tutti i genitori che hanno sofferto per la perdita di un figlio non battezzato.
Quindi oggi dopo la morte ci sono tre possibilità: Caronte o Lucifero, che meteorologicamente stanno impazzando, il Purgatorio dove l'anima di depura, si purga, dei suoi peccati, e il Paradiso dove si gode della pienezza della Grazia.
Deve scegliersi il posto adatto....
Capisco la sua preoccupazione.
Buona giornata anche a Lei.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 390XXX

Salve, nella mia preoccupazione mi è riuscito a strappare un sorriso con Lucifero che impazza.
Il punto è proprio questa incertezza, l'attesa per fare i test e per i risultati, sommato all'inconsapevolezza di come reagirà il mio ragazzo. Se decidesse di lasciarmi (non avrei di cui obiettare) sarei totalmente solo con questo peso fino a metà settembre. Spero passi presto il tempo.
Scelgo di fare la scelta giusta, non avrò mai più rapporti di questo tipo, anche perché mi sono pentito un secondo dopo. Spero vada tutto bene, non oso immaginare in caso contrario e per ora voglio essere positivo.
La ringrazio per le risposte rapide e per il supporto. Sembra poco ma si fidi che è già qualcosa.
Cordiali saluti e buona giornata

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Le auguro ogni bene.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.