Utente 460XXX
Buonasera,
vorrei esporsi il mio quesito, ho per sbaglio utilizzato uno di quei uncini che vengono usati dai dentisti confondendo il mio con quello di mio zio affetto da epatite c negativizzata da più di un anno, accorgendomi immediatamente di una feritina sulla mia gengiva, sono sempre stata attenta è abbastanza schifiltosa, adesso temo che questa distrazione possa aver portato al contagio,sono fidanzata da anni ed ho paura anche x il mio fidanzato, come mi devo comprare con lui? Dopo quanto posso fare il test ... Grazie spero possiate aiutarmi

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
se il suo parente ha carica virale indosabile lei non corre alcun rischio con l'incidente accaduto e ovviamente non ne corre neppure il suo ragazzo.
Tra l'altro anche se la carica virale fosse stata alta per la trasmissione sarebbe stato necessario che lo strumento fosse stato usato immediatamente prima dallo zio e che fosse visibilmente sporco di sangue.
Perciò si tranquillizzi.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 460XXX

Buonasera,
Ha negativizzato tutto gia da più di un anno, essendo uno strumento dentale deduco lo utilizzi dopo i pasti e ciò è avvenuto dopo ore, dai suoi controlli periodici risulta a tutt'oggi negativo ma ho letto che la negatività non evita il contagio..
Che precauzioni devo.prendere con il mio fidanzato i rapporti sono protetti ma evito i baci e i rapporti orali? Mi scuso x non essere meno delicata ma sono in ansia, devo fare il test tra un mese come mi devo comportare ...? Grazie ancora

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Se vuole faccia un test ad quaranta gg con un test anticorpale di ultima generazione, già certo dopo 5 settimane.
L'assenza di viremia significa che suo zio non ha virus rilevabile nel sangue quindi il rischio di contagio è realmente irrilevante.
Non c'è bisogno di adottare precauzioni con il suo ragazzo perchè l'Epatite C, con il cui virus lei NON si è contagiata, non è considerata una MST.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 460XXX

Grazie per la sua risposta,
Molto tranquillizzante, ma sa l'ansia per una preoccupazione nuova mi sta logorando, farò un test tra 5 settimane per stare serena, e sopratutto cercherò di stare più attenta la prossima volta, purtroppo girano su Internet varie teorie sulla viremia che sono poco tranquillizzanti dicono infatti che al disotto dei 12 potrebbe essere contagiosa, la ringrazio x le informazioni ricevute e spero con tutto il cuore che sia tutto ok anche tra 5 settimane ...
La viremia potrebbe essere un falso negativo? Le chiedo scusa x questa ultima domanda ma ne capisco davvero poco,
Consideri che la.cura seguita da mio zio era di tipo sperimentale è quindi stato sotto il perenne controllo dei suoi colleghi x via dei risultati da documentare per la ricerca
Quindi non penso proprio che avrebbero parlato di negativizzazione se questa non ci fosse realmente stata, la ringrazio e le auguro una buona serata ed un ottimo lavoro

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Signora cara,
se Lei si fida più di quello che legge su Internet che di quanto le dice un professionista, credo proprio che continuare questo consulto significhi perdere tempo per me, che scrivo, e per lei che legge.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 460XXX

Non mi permetterei mai, le dico solo quello che si trova on line, la professionalità è tutt'altra cosa,
Mi premeva solo farle sapere che purtroppo girano su forum specializzati queste notizie, che sono del tutto allarmiste...
Non la prenda come una mancanza di rispetto perché non avrei continuato a farle domande se non pensassi lei sia professionale, ne le avrei lasciato un commento positivo...
Cerchi solo di capire l'ansia di chi non conosce nulla in questo campo e si ritrova tali notizie, o informazioni.
Buona domenica anche a lei

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
per due volte ho tentato di placare la sua ansia.
Se lei continua a leggere sciocchezze sulla rete piuttosto che affidarsi ad un professionista seppure virtuale, significa che ostenta fiducia ma in realtà non la nutre realmente.
Se poi le sorge il dubbio che la negatività della viremia possa essere una falsa negatività, scivoliamo nei pensieri ossessivi e questi non sono di mia pertinenza ma di altri specialisti.
Lei non ha corso nessun rischio.
Questa è la conclusione del consulto.
Poi ovviamente è libera di fare tutte le ricerche on line, di leggere tutti i forum che vuole e di sottoporsi a tutti i tests che ritiene opportuni.
Nella speranza che non le venga il dubbio che un test negativo sia un errore di laboratorio.
Felice domenica,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.