Utente 460XXX
Buonasera,
Nell’ambito di un controllo generale, gli esami del sangue riportano due valori fuori range: titolo anti o streptolisinico a 1083 UI/mL e anticorpi eterofili anti ebv (mono test) positivo. Tutti gli altri valori (tra cui pcr, ves, ft4 tsh) sono normali.
Ho una storia di ipertrofia tonsillare bilaterale e ultimamente, causa anche bambina piccola, una media di 2 tonsilliti all’anno (non saprei dire se sempre batteriche perchè in alcuni casi le placche e la febbre vanno via dopo due gg senza antibiotici)
Il mio medico curante ipotizza che essendo gli anticorpi positivi, vuol dire che la mononucleosi è stata fatta in passato (senza che me ne accorgessi) e ora non è in corso nulla.
Stessa cosa per la tas alta, sintomo che il batterio è in circolo e a volte si manifesta.
Ultima considerazione: al momento dell’esame del sangue avevo un herpes labbrale in fase di guarigione (mi capitano circa 4/5 episodi all’anno ricorrenti)
Sulla base di quanto eposto, vorrei cortesemente avere un parere in merito al fatto che effettivamente tali due valori indicano un contagio pregresso e nulla in atto, se è necessario approfondire con qualche altro esame specifico e soprattutto se una tas così elevata (ammesso non si possa mai abbassare) possa causare danni nel tempo a organi come cuore o reni.

Grazie mille per l’attenzione.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
ci sono un mucchio di stupidaggini che le sono state raccontate.
Il Monospot che ha fatto lei si ricorda la II guerra mondiale: è obsoleto, influenzabile da altre patologie, colorimetrico e per nulla utile.
Se deve accertare una mononucleosi in atto o pregressa gli esami sono i seguenti:
-anti VCA IgM + IgG metodo quantitativo
-anti EBNA IgG metodo quantitativo.
- Ricerca di EA-D IgG
A questi affancherei anche lo screening immunosierologico per il Ciromegalovirus:
-anti CMV IgM+IgG.
In quanto al suo TAS così alto, è probabile che lei abbia delle tonsille con una malattia focale, e ciò è tanto più possibile quanto più le tonsille stesse sono grosse e hanno un sistema di cripte ramificato all'interno del quale lo Streptococco Beta Emolitico A può nascondersi.
Lo stesso non gioca a nascondino ricomparendo ogni tanto nel sangue: e la presenza di una eventuale malattia focale può essere causa di conseguenze tutt'altro che trascurabili a carico del cuore, del rene, delle articolazioni.
E' pertanto necessario che lei esegua un tampone faringeo e tonsillare accurato, per la ricerca dello Streptococco beta Emolitico A, che se risultasse positivo necessiterebbe di una opportuna antibioticoterapia eradicante.
In assenza del batterio le tonsille vanno fatte valutare da un ORL e il TAS deve essere periodicamente monitorato perchè il suo trend se non c'è malattia da foci tende a scendere e non a rimanere oltre 1000 costantemente.
Ovviamente gli indici di flogosi vanno monitorati anch'essi con costanza.
Questo è quanto le posso dire per via telematica.Nulla di più non potendola valutare.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 460XXX

Buongiorno.
Ho eseguito come da sue indicazioni il tampone faringeo che è risultato negativo (flora saprofita residente)
Sono in attesa degli altri esami del sangue che ha indicato.
Nel frattempo rimango pressoché asintomatico senza febbre o altri disturbi di rilievo.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A presto, dunque.
Buon week-end.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 460XXX

Buonasera Dott Caldarola,
Ho ritirato oggi gli esami da lei suggeriti.
Non riuscendo a interpretarli le chiedo cortesemente un parere:
S-Citomegalovirus ab IgG 23 UaA/mL (positivo)
S-Citomegalovirus Ab IgM 0,1 indice (negativo)
S-virus ebv Ab IgG VCA 25 U/mL (positivo)
S-virus ebv Ab IgM VCA <10 (negativo)
S-virus ebv Ab IgG EBNA 165 U/mL (positivo)
S-virus ebv Ab IgG EA 0,1 UA/mL (negativo)

A questi ho aggiunto anche il reuma test risultato negativo 6 UI/mL e il tampone faringeo fatto due settimane fa anche esso negativo.

Rimango in attesa di un suo prezioso parere
Grazie
Buona giornata

[#5] dopo  
Utente 460XXX

Rimango in attesa
grazie mille

[#6] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
sulla base dei test immunosierologici quantitativi che sono stati effettuati, si può ragionevolmente affermare che in atto non c'è nulla.
Nè la mononucleosi nè una malattia da CMV.
Se vorrà associare i valori di riferimento del suo laboratorio potrò darle una risposta più puntuale temporalmente.
In quanto al tampone faringeo, è ottima cosa che sia negativo.
Tuttavia resto del parere che il TAS vada valutato nel suo trend, periodicamente. Nel suo caso infatti la tendenza dovrebbe essere quella di una diminuzione progressiva del titolo.
Mi potrà far sapere se vorrà.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#7] dopo  
Utente 460XXX

Graie mille per la risposta.
I valori di riferimento sono i seguenti (ricopio testualmente)
S-ciromegalovirus ab igg 23 ua/ml
Valore < 4 negativo
4-5 dubbio
> 5 positivo

S-Citomegalovirus ab igm 0,10
< 0,7 negativo
0,7-0,89 dubbio
>0,9 positivo

Ebv ab Igg vca 25
Riferimento 0-19

Ebv ab igm vca <10
<20 negativo
20-39 dubbio
>39 positivo

Ebv ab igg ebna 165
<5 negativo
5-19 dubbio
>19 positivo

Ebv ab igg ea 0,1
<7,5 negativo
7,5-12,5 dubbio
>12,5 positivo

Per quando riguarda la Tas avrei in programma di ripetere l’esame tra un paio di mesi. Può andare bene?

Rimango in attesa e la ringrazio per la sua cortese disponibilità dimostratami

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
la virosi più recente che ha avuto è stata da CMV.
La Mononucleosi è storia assai vecchia.
Il TAS può andar bene tra due mesi, quando dovrebbe constatare un cospicuo calo del titolo.
Cordialità,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.