Utente 388XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni e vi scrivo in merito, ahimè, per colpa della trappola dell'internet che mi ha catturata.
Qualche giorno fa ho iniziato ad avere prurito dietro la schiena, fino ad accorgermi che erano comparse delle pustoline molto piccole in questa chiazza rossastra grossa più o meno come due mignoli messi assieme.

Passati un paio di giorni continuo a non vedere miglioramenti, anzi, quindi oggi mi sono recata dal mio medico curante che mi ha dignosticato il cosiddetto Fuoco di Sant'Antonio. Mi ha prescritto una terapia antivirale con aciclovir per 7 giorni ogni 5 ore (in tutto 35 compresse) e successivamente una serie di analisi del sangue da fare una volta finita la terapia, per controllare che sia tutto a posto.

Mi ha rassicurato che probabilmente si tratta di stress, visto che sono un soggetto molto ansioso anche in cura da uno psicologo proprio per colpa dell'ansia e sporadici attacchi di panico.

Ora, purtroppo ho cercato nei vari motori di ricerca qualche informazione su questo virus e mi sono imbattuta nella notizia che espone come il virus zoster possa aumentare in maniera anche piuttosto significativa il rischio di ictus e infarto durante il decorso della malattia. Vi scrivo quindi appunto per ricevere delle informazioni in merito considerata anche la mia situazione.
Aggiungo che dalle ultime analisi fatte, circa un anno fa, risultava tutto nella norma, non bevo, non fumo e sono in normo-peso, nonostante non pratichi moltissima attività fisica.

Grazie mille in anticipo per l'aiuto e risposte.

[#1]  
Dr. Raffaele Pempinello

24% attività
4% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2015
il virus erpetico resta localizzato nelle cellule nervose del midollo a livello dorsale non vi è pericolo di altre localizzazioni.
Dr. Raffaele Pempinello