Utente 105XXX
Salve a tutti,
ieri sera, in un momento di follia, ho avuto un rapporto orale passivo, protetto con condom, con una prostituta.
Il rapporto si è concluso dopo un paio di minuti, con la mia eiaculazione nel condom, che non è risultato danneggiato.
Preciso che è stato da lei inserito e sfilato con cura, utilizzando fazzoletti puliti di carta, ho notato che è stata ben attenta a non toccarmi il pene con le mani
Non ho avuto l'impressione che la prostituta avesse lesioni sulle labbra o in bocca. Le ho anche accarezzato i seni e i genitali senza pero' inserire dita all'interno.
Che pericoli di contagio di HIV o altro ci sono? Ritenete opportuna una profilassi o è superflua?

Leggendo tutta notte su internet (la cosa peggiore che si possa fare credo) mi è venuta un po' d'ansia. Su alcuni siti ho potuto appurare come i rischi di contagio siano, per colui che riceve il rapporto orale, relativamente molto bassi, anche senza preservativo. Quanto è affidabile tale affermazione?

Vi ringrazio per la risposta che vorrete darmi.

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente un rapporto protetto dal profilattico integro e correttamente usato non espone a rischio HIV.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 105XXX

Grazie per la risposta Dottore,
oggi a distanza di quasi 3 settimane, ho notato di avere diverse macchie rosse sulle spalle, ed in particolare un foruncolo con fuoriuscita di sangue.
C'è da dire che circa un mese fa avevo utilizzato una crema depilatoria proprio in quella zona, ed anche altre volte avevo avuto reazioni cutanee. mi ha fatto un po' specie quel foruncolo sanguinante.
La mia domanda è questa: nella malaugurata ipotesi di un contagio, sarebbe possibile una tale reazione dopo così poco tempo? Sarebbe una sintomatologia plausibile o la ritiene assolutamente non attendibile?
Grazie per la Sua risposta

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Ribadisco che un rapporto correttamente protetto da profilattico non espone a rischio HIV. La diagnosi di HIV inoltre è sempre e solo legata al test e mai a sintomi.
Marcello Masala MD