Utente 502XXX
Salve, sono una donna di 26 anni a cui 2 anni fa è stato curato un linfoma di Hodgkin ora in remissione completa; durante il terzo ciclo di chemioterapia è sopraggiunta al cervello una trombosi venosa del seno sagittale superiore con emorragia consensuale parietale destra. il tutto ha comportato delle limitazioni funzionali, ma la mia domanda è se posso viaggiare in aereo. Alcuni sono dubbiosi(incluso il mio neurologo) in quanto temono gli effetti della pressione atmosferica. Grazie mille per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Rufo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
AMASENO (FR)
TERRACINA (LT)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2003
Gentile utente mi scusi per il ritardo, le controindicazioni ai viaggi aerei dipendono dalle diverse condizioni che si possono riscontrare durante la navigazione e cioè:
1) dalla pressione barometrica del velivolo
2) dal moto dei veicoli
3) dalle vibrazioni
4) dall'azione di eventuali sostanze tossiche provenienti dai motori o da altre fonti del veicolo stesso
5) controindicazioni dipendenti esclusivamente dall'indole stessa delle forme morbose e dagli speciali stati fisiopatologici dei soggetti che devono essere trasportati in volo.

Per quanto riguarda il suo caso specifico il suo neurologo le faceva notare il problema della pressione barometrica, normalmente le cabine degli aerei sono pressurizzate ma a volte durante il volo si verificano delle alterazioni della pressione baromentrica della cabina cosa che a lei non è indicata, inoltre bisogna considerare le vibrazioni la possibilità che si possano inalare delle sostanze tossiche proveniente dai motori.
Come vede i fattori che possono influenzare la sua situazione sono diversi comunque le consiglio di effettuare una visita medica da uno specialista in medicina aeronautica e spaziale nella zona dove risiede per valutare meglio la sua situazione.

Cordiali saluti
Dott. Antonio Rufo

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Grazie mille seguirò il suo consiglio.