Utente 358XXX
Sono in panico perchè 3 giorni fa gho rotto nel mio ufficio un termometro .
Il pezzo del bulbo , che non trovano si era impigliata alla maglia e quando mi sono sollevata è caduto sulla sedia, per terra e sulla scarpa e sui pantaloni .

Allora mia mamma mi ha pulito la scarpa , ha lavato la sedia in tessuto e ha raccolto quanto si vedeva per terra . Poi ho scopato un pò e buttato via tutto e ho areato quanto più possibile .

Non sono per nulla sicura di aver raccolto tutto , anzi , il giorno dopo mi sono accorta che sulla mia sedia c'erano ancora delle piccolissime palline che non riuscivo a togliere così ho buttato la sedia .

Ho alcune domande : ci sono rischi di evaporazione lenta nel tempo in un ufficio a temperatura ambiente e con termosifoni accesi anche se al centro antiveleni mi hanno detto che se non ho usato aspirapolvere non ho certamente creato danni ?

Il fatto che sia stata seduta 1 giornata sul mercurio può creare danni ?

Inoltre , cosa importante , se sono rimaste in giro delle micro parti come posso fare per cercarle visto che ho già cercato con una torcia e non ho trovato nulla di visibile a occhio nudo ?

Ci sono altre persono negli uffici limitrofi e sono molto preoccupata perchè io ho una irritazione alla gola da qualche giorno ( anche se ho avuto il raffreddore prima) ma anche qualche collega ce l'ha .

Inoltre , sto cercando di avere un figlio e posso creare rischi al feto ?
Attendo quanto prima rassicurazioni .

GRAZIE

[#1] dopo  
2386

Cancellato nel 2011
Il mercurio nella forma contenuta nei termometri ha una rapida evaporazione e l'assorbimento e principalmente respiratorio. E' sufficiente pulire e aerare il locale. Penso che le abbiano detto di non usare l'aspiratore per non scaldare il mercurio e favorire l'evaporazione. Il mercurio può avere effetti sulla gravidanza e sul feto ma non nelle forme e quantità contenute in un termometro.