Utente 879XXX
PREMESSO CHE SONO UN INFERMIERE e visto le varie indicazioni delle linee guida e visto la sentenza:
Gli infermieri professionali, non eseguendo attività invasive in prima persona, non costituiscono fonte di trasmissione di virus epatici, "a prescindere dal loro stato di infezione", sicchè non è necessaria alcuna limitazione della loro attività anche in caso di positività di HBV e/o HCV.(www.dirittosanitario.net) SENTENZA DI CASSAZIONE DEL 25-08-2005, n.17324 Depositato in Cancelleria il 25 agosto 2005, vorrei sapere il parere dei vari Medici Competenti e perchè c'è ancora tanta confusione specia da parte di tanti Medici Competenti?(OSEREI DIRE INCOMPETENTI).Io credo che bisogna saper distinguere ancora una volta e per sempre quali sono veramente le procedure invasive a rischio esposizione per il paziente da quelle invasive non a rischio esposizione per il paziente che per'altro sono elencate dettegliatamente nelle varie Linee Guida oltre che nella sentenza di cui sopra.
Allora io mi chiedo, alla luce di quanto esiste in materie di normativa per la sorveglianza sanitaria e nella fattispecie per il gidizio di idoneità per gli infermieri HBV/HCV, come si permettono questi Medici Competenti di esprimere ancora oggi giudizi di INIDONEITA o IDONEITA parzale ecc, ad oggi questa è sola e pura DISCRIMINAZIONE.
E IN OGNI CASO NON SONO SUFFICIENTI LE PRECAUZIONI STANDARD E I DPI CHE SONO STATI MESSO APPUNTO DAL MASSIMO ORGANO MONDIALE IN MATERIE DI IGIENE E PREVENZIONE,CDC DI ATLANTA, PER I QUALI,E NON SOLO, CI SIAMO FORMATI?
SPERO CHE QUESTA SIA DI AUSPICIO PER INTAVOLARE UN BEL DIBATTITO SU QUESTO FORUM E NON SOLO.


DISTINTI SALUTI

[#1] dopo  
 Staff Medicitalia.it

Gentile utente,
accogliamo il suo spunto e auspichiamo che possa dare vita ad un blog di un medico iscritto a medicitalia.it; detto questo però siamo dell'idea che il forum dei consulti online non è il luogo adatto per intavolare discussioni di tipo socio-sanitario, questo per non rubare spazio alla mission di questo specifico servizio che è quello di rispondere a domande su problemi personali di salute.

Grazie per la segnalazione e cordiali saluti,
staff@medicitalia.it